Capital Group

“I mercati escono sempre vivi dalle pandemie”

Capital Group ricostruisce la reazione dei mercati alle pandemie degli ultimi 40 anni: già vista la volatilità attuale, non è realistico prevedere un recupero rapido, ma alla fine la pazienza dell’investitore verrà premiata

di Virgilio Chelli 19 Marzo 2020 07:45
financialounge -  Capital Group mercati Morning News recessione
financialounge -  Capital Group mercati Morning News recessione

Due mesi e mezzo fa i mercati finanziari entravano a passo di corsa nel nuovo anno spinti dall’ottimismo sulla crescita globale per i segnali di schiarita che venivano dai fronti caldi, dalla guerra dei dazi alla Brexit. Il coronavirus era praticamente uno sconosciuto, ma in poche settimane la minaccia di una pandemia globale con pesanti ricadute sulle economie del pianeta si è fatta sempre più concreta, con ripercussioni violente su tutte le piazze finanziarie. Ma il passato è pieno di pandemie e di crisi di altro tipo, da cui mercati sono sempre usciti vivi.

LA STORIA MOSTRA CHE ALLA FINE LE COMUNITÀ E I MERCATI TORNANO ALLA NORMALITÀ


Lo sottolinea Tim Armour, CEO di Capital Group. Oggi si assiste a una reazione per certi versi di panico con l’attesa che nelle prossime settimane l'aumento del numero di casi continui ad allarmare. Ma Capital Group ha studiato la storia delle pandemie e i modelli che tendono a seguire, scoprendo che di solito ci sono focolai e forti aumenti dei contagi, che durano per un po' di tempo, ma poi si risolvono, e alla fine la diffusione del virus rallenta e le comunità tornano alla normalità, così come i mercati, come mostra il grafico qui sotto.


RECESSIONE PIÙ PROBABILE NEGLI STATI UNITI SIA PER L’ECONOMIA CHE PER GLI UTILI


Armour ricorda che stiamo già assistendo a segnali di rallentamento economico negli Stati Uniti, non solo sul lato offerta con le aziende che si preparano a ciò che le aspetta, ma anche sul fronte della domanda, con le attività legate ai viaggi, al tempo libero, all'intrattenimento e alla ricreazione che dovrebbero accusare il colpo più duro, per non parlare del petrolio e di altre materie prime. Secondo il CEO di Capital Group, le probabilità di una recessione negli Stati Uniti sono aumentate, mentre la crescita degli utili societari potrebbe diventare negativa nel primo trimestre, continuando a pesare sulla fiducia degli investitori.

ANCHE FATTORI POSITIVI, IL PICCO DELLA DIFFUSIONE GLOBALE SARÀ TOCCATO PRIMA DI QUANTO MOLTI PENSANO


Ma ci sono anche fattori positivi. Tra questi Armour cita il fatto che l'economia americana resta tra le più resilienti al mondo, avendo più volte dimostrato di sapersi riprendere dalle avversità, mentre i tassi d'interesse sono bassi e la flessione delle quotazioni petrolifere dovrebbe fornire ulteriore supporto ai consumi. In Cina inoltre la diffusione del virus sembra aver raggiunto il picco. Alla luce di tutto questo, Capital Group ritiene che il picco della diffusione globale verrà toccato prima di quanto molti pensino.

QUANDO TUTTO SARÀ PASSATO GLI INVESTITORI DI LUNGO TERMINE SARANNO PREMIATI


Ma sui mercati non è realistico aspettarsi un recupero rapido, perché la situazione potrebbe facilmente peggiorare prima di migliorare: la fiducia degli investitori è fragile ed è probabile che rimarrà tale fino a che la diffusione del virus non rallenterà. Ma quando tutto sarà passato, prevede Armour, gli investitori di lungo termine che riescono a ignorare il chiasso quotidiano e a concentrarsi sul lungo periodo verranno premiati.

Coronavirus, i settori economici stanno reagendo in modo diverso: ecco come


Coronavirus, i settori economici stanno reagendo in modo diverso: ecco come





L’ESPERIENZA DELL’EMERGENZA DEL CORONAVIRUS SI MOSTRERÀ UTILE IN FUTURO


In futuro bisognerà probabilmente fare i conti con altre epidemie simili al COVID-19, ma Capital Group ritiene che alla fine impareremo a gestirle. Benché gli effetti siano di portata mondiale, l'Asia ha gestito il COVID-19 per diverse settimane. In Cina, le persone cominciano a tornare al lavoro, ed probabile che anche negli Stati Uniti e in Europa la situazione assumerà un andamento simile a un certo punto. La conclusione di Capital Group è che nelle fasi di ribasso dei mercati l'emotività prende il sopravvento, ma proprio in questi momenti un orientamento di lungo termine è fondamentale: “I mercati si riprenderanno e la vita tornerà alla normalità”.
Trending