65 milioni di posti di lavoro dalla lotta al cambiamento climatico

cambiamenti climatici
10 Settembre 2018 - 0:02

Secondo uno studio della Global Commission on the New Climate Economy, una svolta verde dell’economia comporterebbe una crescita addizionale del PIL globale di 26 trilioni di dollari entro il 2030.

Combattere il cambiamento climatico passando a fonti di energia pulite farebbe bene non solo al nostro pianeta, ma anche alla nostra economia. A fare i conti sono stati gli autori dello studio “Unlocking the Inclusive Growth Story of the 21st Century”, messo a punto dalla Global Commission on the New Climate Economy. Ebbene, secondo questo documento, che verrà presentato durante il Global Climate Action Summit in programma a San Francisco dal 12 al 14 settembre, un’azione più incisiva sul clima porterebbe a una crescita addizionale del PIL globale pari a 26 trilioni di dollari entro il 2030.

POSTI DI LAVORO

Una cifra già di per sé significativa, visto che un trilione equivale a mille miliardi. Ma sempre secondo lo studio, la svolta “verde” avrebbe benefici anche sull’occupazione. Sempre entro il 2030 sarebbero ben 65 milioni i posti di lavoro creati dall’economia “low carbon”, pari alla forza lavoro complessiva di Egitto e Regno Unito messi insieme.

700.000 DECESSI IN MENO

Non solo. Come ha spiegato Helen Mountford, principale autrice dello studio, seguire le linee dettate dall’accordo sul clima di Parigi permetterebbe di evitare 700.000 morti premature per inquinamento atmosferico e ridurre la spesa sanitaria “Esiste ancora la percezione che spostarsi verso un percorso low carbon sia costoso – ha commentato Mountford – quello che tentiamo di fare con questo rapporto è contestare definitivamente questa idea”.

Decarbonizzare la finanza e gli investimenti: un obiettivo che si può raggiungere

Decarbonizzare la finanza e gli investimenti: un obiettivo che si può raggiungere

IL SOSTEGNO DELL’ONU

Lo stesso segretario generale dell’ONU Antonio Gutierres ha sottolineato i benefici di una svolta rapida verso la sostenibilità dell’economia mondiale parlando di “reali benefici in termini di nuovi posti di lavoro, risparmi economici, competitività e opportunità di mercato, e un miglioramento del benessere per le persone in tutto il mondo”.

ECONOMIA LOW CARBON

Tra le riforme proposte nel documento c’è la revisione delle sovvenzioni ai combustibili fossili e l’aumento del prezzo del carbonio, che potrebbero generare circa 2,8 trilioni di dollari di entrate pubbliche all’anno per i governi.

Trasformare la crescita sostenibile in una soluzione d’investimento

Trasformare la crescita sostenibile in una soluzione d’investimento

CONVINCERE TRUMP

Ma per far decollare definitivamente l’economia verde bisognerà convincere lo scettico numero uno, quel Donald Trump che ha portato gli USA fuori dall’accordo di Parigi sostendendo che non è colpa delle emissioni da attività umane se la temperatura del pianeta continua ad aumentare. Recentemente il presidente USA ha dichiarato di essere pronto a rivalutare un ritorno nell’accordo, a patto che ci siano “benefici” per gli Stati Uniti. Forse il boost per l’economia potrebbe servire allo scopo.

Financialounge - Telegram