Il dato

Si ferma la corsa dell’inflazione in Italia, a novembre +11,8%

Pur rimanendo su livelli elevati, i prezzi rimangono stabili nel mese di novembre in Italia: segnale incoraggiante per Piazza Affari che accoglie positivamente la frenata dell'inflazione nell'Eurozona

di Redazione 30 Novembre 2022 11:56
financialounge -  inflazione mercati Piazza Affari
financialounge -  inflazione mercati Piazza Affari

L'inflazione rimane l'osservata speciale sui mercati europei e internazionali e lo stesso accade in Italia. Dopo il rallentamento registrato ieri in Germania e il dato incoraggiante dalla Francia, è stato pubblicato il dato Istat con le stime preliminari sull'inflazione italiana del mese di novembre. Il dato evidenzia un andamento stabile del carovita, che si attesta su una crescita dell'11,8% su base annua (stesso dato di ottobre) con un aumento dello 0,5% su base mensile.

PIAZZA AFFARI IN FIDUCIA


In base alle stime preliminari dell'Istat, dunque, l'Italia registra il settimo aumento consecutivo con un livello di inflazione che non si vedeva dal 1984. Piazza Affari, complice anche il dato incoraggiante relativo all'inflazione nell'Eurozona, ha reagito positivamente mantenendo i guadagni del FTSE MIB intorno allo 0,6%. Questa sera, inoltre, c'è attesa per il discorso del presidente della Fed Powell, in programma alle 19 italiane.

LE COMPONENTI


Il dato italiano sull'inflazione di novembre evidenzia movimenti contrapposti nelle diverse componenti. I prezzi dei beni energetici registrano una frenata su base annua (da +79,4% a +69,9%), così come gli alimentari e i trasporti. Crescono, invece, i prezzi degli energetici regolamentati, dei beni alimentari lavorati e dei servizi ricreativi e culturali oltre alla cura della persona. Secondo l'Istat nei prossimi mesi, se i prezzi all'ingrosso del gas e di altre materie prime continueranno a calare, potremmo assistere a un calo dell'inflazione.

INFLAZIONE EUROPEA IN CALO


I mercati, tuttavia, guadagnano fiducia guardando ai dati relativi all'inflazione che provengono da altre zone. In attesa di conferme dagli Usa dopo la frenata registrata a ottobre, l'Eurostat ha evidenziato un'inflazione nell'area euro in calo a novembre su base annua (+10%) rispetto al +10,6% di ottobre. Segnali dello stesso tipo sono arrivati anche da Germania e Francia.
Trending