La giornata sui mercati

Le Borse Ue aprono la settimana in rosso in attesa della Fed

Avvio in negativo per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori che attendono le prossime mosse sui tassi di interesse della Federal Reserve che potrebbe decidere per un maxi rialzo. Prezzo del gas in calo

di Fabrizio Arnhold 19 Settembre 2022 09:22
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Le Borse europee iniziano la settimana in calo, aspettando le decisioni sui tassi della Fed di mercoledì che potrebbe annunciare un maxi-aumento. A Milano il Ftse Mib apre a -0,78%, il Dax di Francoforte -0,59%, il Cac 40 di Parigi -0,91%, l’Ibex 35 di Madrid a -0,32%. Sarà chiusa la Borsa di Londra per osservare un giorno di lutto, in occasione dei funerali della Regina Elisabetta II.

ATTESA PER LA FED


L’attenzione degli investitori è per la Federal Reserve. Un nuovo aumento dei tassi è scontato, ma resta da capire l’entità. La maggior parte degli addetti ai lavori considera più probabile un ritocco di 75 punti base, alcuni addirittura si aspettano un aumento più deciso, di 100 punti base, soprattutto dopo alcuni dati negativi sull’economia Usa, diffusi la scorsa settimana.

STRETTA MONETARIA GLOBALE


Le banche centrali si muovono compatte nel tentativo di frenare la corsa dei prezzi. E sui mercati aumenta la volatilità. Bank of England e Bank of Japan seguono l’esempio della Fed, aggiornando al rialzo i tassi. La Bce ha meno margine in questo senso, considerando che l’Europa è alle prese con i prezzi record del gas.

PREZZI DEL GAS IN DISCESA


Sul versante energetico, non si muove di molto il prezzo del petrolio, con il Wti scadenza ottobre a +0,29% a 85,36 dollari al barile, mentre il Brent scadenza novembre tratta a 91,28 dollari al barile (-0,08%). In discesa i prezzi del gas ad Amsterdam (-4,1% a 179,5 euro al megawattora). L’euro rimane sotto la parità con il biglietto verde a 0,998 dollari. Lo spread apre in lieve rialzo a 226,6 punti base, venerdì scorso aveva chiuso a quota 226 punti. Invariato al 4,017% il rendimento annuo dei titoli italiani.
Trending