Borse europee prudenti: occhi puntati
sui conti trimestrali delle Big Tech Usa

La giornata sui mercati
di Antonio Cardarelli 26 Aprile 2021 - 9:11

Questa sera i dati del primo trimestre di Tesla, poi toccherà ad Alphabet, Amazon, Apple e Facebook, chiude giovedì Twitter. In settimana attesa anche per la riunione della Fed

Piazza Affari apre poco sopra la parità nella settimana in cui le prime grandi aziende italiane, come Saipem, Eni e STM, presenteranno i conti trimestrali. Avvio di settimana contrastato nel resto d’Europa, con il DAX tedesco in verde (+0,1%) mentre Parigi, Londra e Madrid aprono in leggera perdita. Nella giornata di oggi, sempre in Italia, attenzione puntata sul discorso del premier Draghi alla Camera (ore 16) per illustrare i dettagli del Recovery Plan che verrà inviato a Bruxelles: in ballo ci sono finanziamenti per circa 200 miliardi di euro.

BIG TECH ALLA PROVA DELLE TRIMESTRALI

Quella iniziata oggi sarà una settimana ricca di dati interessanti. Dagli Usa arriveranno i conti trimestrali delle aziende Big Tech. Ad aprire la tornata sarà Tesla, che presenterà i dati dei primi tre mesi del 2021 questa sera dopo la chiusura di Wall Street. Gli analisti prevedono utili rettificati a 0,74 dollari per azione e un fatturato di 10,5 miliardi di dollari. A seguire, mercoledì 27 aprile, toccherà ad Alphabet-Google e Microsoft. Il giorno successivo sarà la volta di Amazon, Apple, Facebook e Spotify. Chiude la settimana delle trimestrali Big Tech Twitter, che presenterà i conti giovedì 29 aprile.

ATTENZIONE ANCHE ALLA FED

Ma nei prossimi giorni gli occhi degli investitori saranno puntati anche sulla riunione della Federal Reserve nei giorni martedì e mercoledì. I mercati valuteranno le parole del presidente della Fed Jerome Powell per cercare indizi su eventuali segnali di nervosismo per l’aumento dell’inflazione. Occhi puntati, inoltre, sulla lettura dell’inflazione preliminare europea di aprile e sui dati relativi al PIL del primo trimestre di Europa e Usa. Nella mattinata europea i futures di Wall Street, dove continua a tenere banco anche la possibile riforma fiscale di Biden, aprono sostanzialmente piatti.

TOKYO POSITIVA

Il sentiment degli operatori resta sostanzialmente positivo, anche se in Asia preoccupa l’avanzamento della pandemia in India a causa dell’alta contagiosità della nuova variante scoperta proprio nel paese. La Borsa di Tokyo, nonostante il nuovo stato di emergenza, ha chiuso in leggero rialzo (+0,36%) mentre Hong Kong e Shanghai sono in perdita.

CHIUSA L’OPA SU CREVAL

Da segnalare, tornando a Piazza Affari, la chiusura venerdì scorso dell’opa di Credit Agricole Italia sul Credito Valtellinese, che ha fatto il pieno sul finale e ha chiuso con l’adesione del 90,94% delle azioni oggetto di offerta. Considerando anche i titoli acquisiti al di fuori dell’opa la quota totale dell’Agricole è pari al 91,17%. Risultato che apre le porte al delisting del titolo dell’istituto valtellinese da Piazza Affari.

MATERIE PRIME E SPREAD

Tra le commodities il petrolio perde oltre l’1%: il Wti segna quota 61,4 dollari al barile mentre il Brent si attesta a 64,6 dollari al barile. Sostanzialmente stabile l’oro a 1.776 dollari l’oncia. Lo spread tra Btp e Bund apre in leggero rialzo a 104 punti base.

Financialounge - Telegram