Nell’estate della crisi del turismo è boom per Abruzzo e Molise

Nuovi trend
di Fabrizio Arnhold 17 Luglio 2020 - 17:24

Un italiano su due non partirà per le vacanze. E chi lo farà non si sposterà molto da casa, viaggiando soprattutto in auto. La regione regina dell’estate? La Sicilia

Un’estate al mare. Ma non per tutti. Quest’anno, infatti, un italiano su due non partirà per le vacanze e dei 24 milioni di persone che si muoveranno, la stragrande maggioranza (l’86%) resterà in Italia, solo il 4,8% viaggerà all’estero, contro il 29% del 2019. È quanto emerge da un’indagine sull’impatto dell’emergenza Covid realizzata da Isnart – Unioncamere.

BONUS VACANZE FLOP

Il bonus vacanze si conferma un mezzo flop. Solo il 7,4% del campione, infatti, ne ha usufruito, mentre il 78,3%, ossia quasi 19 milioni di italiani, dichiara di non utilizzarlo e un 14,3% è ancora indeciso. Sarà un’estate di prossimità, senza lunghi periodi di ferie, a causa della paura per il virus e per la crisi economica. Se non ci si sposta nella propria regione, vanno bene anche quelle limitrofe: in Sicilia e Sardegna, guardano i numeri dell’indagine, l’83 e il 70% di coloro che andranno in vacanza, sceglieranno la propria terra.

BOOM PER ABRUZZO E MOLISE

La regione regina dell’estate sarà la Sicilia, pronta a ospitare quasi 3 milioni di turisti, in aumento rispetto allo scorso anno. Poi si piazzano la Puglia e la Campania, che registrano però un saldo negativo rispetto al 2019, con rispettivamente -10% e -22% di turisti. Bilancio in rosso anche per Sardegna (-14%). Il calo più significativo, e in questo caso pesano i timori Covid, lo registra la Lombardia (-800mila presenze). Premiate le regione meno popolate, con un distanziamento più facilmente garantito: è il caso di Umbria, Abruzzo e Friuli, e del Molise che raddoppia i vacanzieri dell’anno scorso.

MEGLIO L’AUTO

Dall’indagine emerge che il 31% degli intervistati dichiara di essere stato influenzato dalla situazione sanitaria legata al Covid in merito alla scelta della propria vacanza. Non stupisce, quindi, la tendenza degli italiani a premiare quelle regioni che sono state meno colpite dai contagi da coronavirus. Più del 40% sceglierà di sistemarsi in un appartamento e il 62% si sposterà con l’auto. Cresce anche la voglia di praticare sport all’aperto durante il periodo di vacanza, manifestata dal 35% del campione.

Financialounge - Telegram