Pagamenti, la Cina apre Alipay e WeChat ai turisti e punta alla criptovaluta di Stato

Alipay
di Redazione 7 Novembre 2019 - 11:01

Alipay e WeChat Pay consentono ai turisti esteri di collegare carte di credito straniere alle loro piattaforme. Potrebbe trattarsi di un altro passo in avanti di Pechino nel lancio della propria valuta digitale

Anche i turisti stranieri potranno utilizzare in Cina i portafogli digitali di Alipay e WeChat per il pagamento mobile tramite smartphone. Alipay, gestito da Alibaba Group e lo strumento di pagamento più utilizzato in Cina, ha annunciato martedì sul suo account Twitter ufficiale l’intenzione di aprirsi ai turisti. Dopo poche ore il concorrente WeChat Pay, di proprietà del colosso della tecnologia Tencent, ha fatto sapere che stava sviluppando la stessa opzione con il fornitore di carte di credito Visa.

L’83% DEI PAGAMENTI IN CINA E’ TRAMITE DISPOSITIVI MOBILI

Finora gli stranieri di passaggio in Cina erano tenuti a detenere un conto bancario cinese per effettuare transazioni su Alipay e WeChat Pay: secondo la società di ricerca Daxue Consulting nel 2018 l’83% dei pagamenti in Cina è stato effettuato tramite dispositivi mobili, mentre soltanto il 17% era in contanti e assegni bancari.

COME ALIPAY CONSENTE AI TURISTI ESTERI DI PAGARE IN CINA…

Per utilizzare il nuovo servizio di Alipay, i viaggiatori devono scaricare l’app internazionale dell’azienda, inserire le informazioni relative alla carta di credito e ai visti cinesi, quindi acquistare i crediti forniti dalla Banca di Shanghai che sono memorizzati nel proprio account. Una volta in Cina, gli utenti eseguono semplicemente la scansione di un codice QR o di una risposta rapida con il proprio telefono in negozi, hotel, ristoranti, taxi o ovunque vengano venduti prodotti nel paese, compresi i venditori di cibo di strada. Le transazioni saranno effettuate tramite una carta prepagata della validità di 90 giorni rilasciata da Bank of Shanghai con ricariche fino a un massimo di 2000 yuan (circa 285 dollari).

Cina, il progetto della criptovaluta di Stato procede

Cina, il progetto della criptovaluta di Stato procede

…E COME FUNZIONA IL SERVIZIO DI WECHAT PAY

Nel caso invece di WeChat Pay, il servizio dovrebbe prevedere un collegamento diretto alle carte di credito già in possesso dei visitatori: oltre a Visa che avrebbe già dato l’assenso, l’adesione dovrebbe aggregare anche i clienti di American Express, Mastercard, Discover .

LA CINA HA GIÀ SORPASSATO GLI STATI UNITI

Alipay e WeChat Pay hanno già attivato il collegamento con i venditori all’estero per consentire ai turisti cinesi che viaggiano oltre frontiera di utilizzare le loro piattaforme in Europa, negli Stati Uniti e in diversi paesi asiatici, ma questa è la prima volta che gli stranieri in entrata potranno utilizzare i servizi in Cina. E questo dovrebbe rafforzare la leadership del paese: secondo quanto riportato dal South China Morning Post lo scorso febbraio, la Cina ha superato gli Stati Uniti nei pagamenti mobili nel 2016, con 58.800 miliardi di yuan (8.400 miliardi di dollari) contro 49.300 miliardi di yuan.

WhatsApp Pay e le altre, il futuro dei pagamenti è online

WhatsApp Pay e le altre, il futuro dei pagamenti è online

PECHINO PRONTA AL VARO DELLA PROPRIA VALUTA DIGITALE?

Secondo alcuni osservatori, come Zennon Kapron, fondatore e direttore della società di consulenza Kapronasia, sebbene le entrate provenienti dai turisti stranieri che utilizzeranno i servizi non saranno trascurabili, l’aspetto più interessante è quanto possa espandersi l’expertise transfrontaliera di Alipay e WeChat Pay. Sullo sfondo resta sempre la volontà di Pechino di lanciare la propria valuta digitale sebbene le autorità cinesi abbiano smentito le voci secondo le quali alla fine di questo mese verrà annunciato il progetto di cui dovrebbero far parte Alipay e WeChat Pay.

Financialounge - Telegram