austerità fiscale

Investimenti obbligazionari flessibili nella Nuova Neutralità

20 Giugno 2014 11:50
financialounge -  austerità fiscale flessibilità Fondi obbligazionari Mohit Mittal nuova neutralità Saumil Parikh volatilità
va Neutralità di PIMCO è caratterizzata da una convergenza verso tassi di crescita tendenziale modesti, da una ridotta volatilità, da bassi tassi reali, da una crescita globale a ritmi differenziati e da basse performance delle attività finanziarie. L'approccio flessibile di PIMCO all'investimento nel reddito fisso globale intende aiutare gli investitori a conseguire performance che superino quelle dei benchmark tradizionali, mantenendo al tempo stesso una volatilità più bassa.

“Il nostro approccio utilizza inoltre tutte le aree dei mercati globali del reddito fisso, ossia duration, rischio di credito, rischio di cambio e rischio di volatilità” fa sapere Saumil Parikh, CFA, Managing Director Portfolio Manager che poi aggiunge: “Attualmente, date le prospettive della Nuova Neutralità per l'economia mondiale, privilegiamo una duration bassa nei mercati sviluppati ed emergenti, alcune obbligazioni ad alto rating dei mercati sviluppati, le obbligazioni dei paesi europei periferici e i titoli sovrani e quasi sovrani dei mercati emergenti, nonché l'esposizione alla volatilità e a determinate valute emergenti al fine di costruire un portafoglio obbligazionario flessibile diversificato a livello globale”.

Nel Secular Forum conclusosi di recente, i professionisti dell'investimento di PIMCO di tutto il mondo si sono ritrovati a Newport Beach per discutere e dibattere delle prospettive di lungo periodo delle principali economie mondiali. Con spunti forniti dagli oratori invitati e dai nuovi MBA/PhD assunti, PIMCO ha coniato l'espressione Nuova Neutralità per definire le sue prospettive di lungo periodo per i prossimi 3-5 anni per le economie mondiali. Nel suo più recente Investment Outlook, Bill Gross, managing director e CIO di PIMCO, ha fornito ulteriori riflessioni sulla Nuova neutralità. Ma quali sono i principali aspetti del modello della Nuova neutralità?.

“Crediamo che l'elevata leva finanziaria (l'insieme del debito pubblico, delle famiglie e delle imprese rispetto al PIL) e l'indebolimento delle dinamiche demografiche (il calo della popolazione in età lavorativa rispetto alla popolazione totale) negli Stati Uniti e in molte altre economie sviluppate daranno luogo a un nuovo tasso ufficiale reale neutrale di circa 0 punti base (pb) nella maggior parte delle economie sviluppate, in luogo dei 200-300 pb ipotizzati dalla maggior parte delle previsioni. Un tasso ufficiale reale neutrale più basso dovrebbe favorire a nostro avviso la maggior parte delle valutazioni degli asset rispetto al "valore equo" tradizionalmente ipotizzato, e ciò ha diverse conseguenze per l'investimento obbligazionario flessibile” puntualizza Mohit Mittal Managing Director Portfolio Manager.

Storicamente i rapporti debito/PIL elevati sono stati ridotti tramite (a) austerità, (b) crescita economica, (c) default, (d) inflazione o (e) repressione finanziaria. A livello globale, rimane poca voglia di ulteriore austerità. Le dinamiche demografiche nel mondo sviluppato impediscono una spinta alla crescita economica tipica di quella della "vecchia normalità". Restano (c) default, (d) inflazione e (e) repressione finanziaria come mezzi utilizzabili per ridurre gli elevati oneri debitori.

PIMCO ritiene che una combinazione di questi fattori caratterizzerà la Nuova Neutralità e darà luogo a rendimenti reali negativi sulla liquidità. Se i tradizionali rendimenti di mercato (beta) sovraperformeranno probabilmente la liquidità, i portafogli a gestione passiva potrebbero risentire di un basso indice di Sharpe dovuto a performance assolute reali basse. Un approccio obbligazionario attivo flessibile e globale punta a fornire performance più elevate rispetto al beta tradizionale, mantenendo al tempo stesso una volatilità più bassa tramite un'enfasi sulle opportunità di performance assolute reali maggiori a livello globale.

“L'approccio di PIMCO all'investimento obbligazionario flessibile da quando abbiamo iniziato a gestire le Unconstrained Bond Strategies nel 2007 ha posto l'enfasi su un orientamento al rendimento assoluto, su un indice di Sharpe elevato e, soprattutto, su un'allocazione dinamica del rischio tra i mercati globali in cui PIMCO ravvisa le migliori opportunità d'investimento. Il periodo della Nuova Neutralità, con la prospettiva di rendimenti reali bassi e un basso premio per il rischio nei mercati tradizionali offre a PIMCO interessanti opportunità di creare valore aggiunto per i portafogli dei clienti tramite una gestione attiva del rischio” argomenta Saumil Parikh.

Nei mercati sviluppati, PIMCO prevede che i tassi ufficiali reali neutrali rimarranno intorno a 0 punti base, per effetto dell'elevato indebitamento e dell'indebolimento delle dinamiche demografiche. Il Federal Open Market Committee prevede un tasso neutrale reale sui Fed fund di circa il 2%. Anche per i tassi reali di molti altri mercati sviluppati si prevede un rialzo di circa il 2% nell'orizzonte di lungo periodo.

“Data questa differenza tra le nostre prospettive e le previsioni delle banche centrali, crediamo che il mantenimento di una modesta esposizione long (rialzista) alla duration nei mercati sviluppati rappresenti una soluzione interessante per migliorare le performance corrette per il rischio nei portafogli flessibili” sostiene Saumil Parikh.

Nei mercati emergenti, i rendimenti reali a termine impliciti sono più alti rispetto a quelli dei mercati sviluppati. La combinazione di una bassa crescita reale attesa nei mercati sviluppati e di bilanci solidi e in miglioramento in specifiche economie emergenti rendono la duration in tali economie emergenti interessante da detenere nei portafogli flessibili.
Share:
Trending