La Cina sorpassa gli USA nell’e-commerce

A certificarlo è il rapporto 2013 di una importante società indipendente di consulenza internazionale: quest’anno la Cina è diventata il primo mercato retail digitale al mondo, superando quello americano da sempre leader incontrastato di questo settore.

Secondo le elaborazioni, l’ammontare complessivo che le famiglie cinesi hanno speso online quest’anno si attesterebbe a 1.300 miliardi di renminbi (circa 157 miliardi di euro), pari ad una crescita del 70% all’anno dal 2009 a oggi. Incrociando i dati di iResearch, China Statistic Bureau, US Department od Commerce, Euromonitor e Bain & Company, la crescita è destinata a proseguire anche nei prossimi anni e dovrebbe toccare i 3.300 miliardi di renminbi (circa 400 miliardi di euro) nel 2015 quando l’e-commerce di Pechino potrebbe arrivare a sfiorare il 12% del totale delle vendite al dettaglio del Paese (dal 6% attuale) contro l’8% degli Stati Uniti.

Gli analisti che hanno curato il rapporto segnalano che questo trend è alimentato da una classe media cinese che vede aumentare le proprie disponibilità economiche e che, tramite la comodità del web, può comperare ogni tipologia di bene. Il consumatore cinese, conclude il report, che resta ovviamente attratto dagli sconti ed acquista prevalentemente articoli di abbigliamento e tecnologia, rappresenta già oggi, ma lo è ancora di più in prospettiva, un eccellente target per tutte quelle aziende (comprese quindi anche quelle italiane) capaci di esportare merci con un ottimo rapporto qualità/prezzo.




FinanciaLounge
3 Ottobre 2013
Partner
Top