L’apertura dei mercati

Borse deboli, a Piazza Affari pesa stacco cedola

Avvio sotto la parità per i listini del Vecchio Continente, lo stacco della cedola da parte dei principali titoli pesa per -0,68% sul Ftse Mib. In calo il prezzo del gas e del petrolio, scende lo spread

di Fabrizio Arnhold 21 Novembre 2022 09:15
financialounge -  cedola mercati Piazza Affari
financialounge -  cedola mercati Piazza Affari

 

Le Borse europee iniziano senza slancio la settimana. A Piazza Affari, che venerdì ha incassato la conferma del rating da parte di Fitch, il Ftse Mib apre a -0,56% (comunque in progresso dell’8,9% da inizio novembre), il Dax di Francoforte a -0,25%, l’Ibex 35 di Madrid a -0,04%, il Cac 40 di Parigi a -0,27% e il Ftse 100 di Londra a -0,18%. La Borsa di Tokyo chiude in lieve rialzo, sulla scia delle seduta positiva di Wall Street dello scorso venerdì, con l’indice Nikkei a +0,16%.

EFFETTO STACCO CEDOLA


Sul principale listino di Piazza Affari pesa oggi lo stacco della cedole di alcuni tra i “big” come Banca Mediolanum, Eni, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Poste Italiane, Recordati, Tenaris e Terna. Il peso sul listino principale sarà di -0,68%. Oggi il governo presenterà la nuova legge di bilancio da 30 miliardi, sono attese misure per limitare il caro-bollette e aiuti per imprese e famiglie.

LA BANCA CENTRALE CINESE NON CAMBIA I TASSI


In Cina, la Banca centrale ha lasciato invariato il tasso di riferimento per i prestiti cinesi a un anno (Lpr) al 3,65%, ma anche il Lpr a più di cinque anni è rimasto invariato. Tre miliardi di yuan di pronti contro termine sono stati effettuati dalla Banca centrale cinese per garantire la liquidità al sistema bancario.

IN CALO PETROLIO E GAS


Rallenta il petrolio, con il contratto del Wti scadenza gennaio che tratta a 79,86 dollari al barile (-0,31%), mentre il Brent di pari scadenza viene scambiato a 87,23 dollari al barile (-0,4%). In calo anche il prezzo del gas (-2,1%) a 113 euro al megawattora. Sul fronte valutario, perde terreno l’euro che però resta sopra la parità, a 1,026 dollari. Lo spread apre in calo a 185 punti base, dai 187 di venerdì. Il rendimento del decennale italiani scende al 3,86%.
Trending