La giornata dei mercati

Borse Europee contengono i ribassi, scivolano sui minimi nel finale

I timori che il conflitto in Ucraina possa aggravarsi continuano a pesare insieme ai nuovi moniti arrivati dalla Financial Stability Review della BCE che segnala rischi aumentati di instabilità finanziaria e recessione

di Virgilio Chelli Aggiornato al 16/11/2022 17:25
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati

16/11/2022 17:25


Le Borse europee riescono a contenere i ribassi intorno al punto percentuale ma finiscono comunque sui minimi di seduta con gli investitori preoccupati per un possibile peggioramento del conflitto in Ucraina. Pesa anche il warning della Financial Stability Reviedw della BCE sugli aumentati rischi di instabilità finanziaria nell'Eurozona per la frenata dell'economia che potrebbe diventare recessione. Il settore auto in Germania è sotto pressione con Mercedes, Volkswagen e Porsche in pesante calo mentre a Milano flettono Stellantis e Ferrari e pesa anche Telecom Italia in netto calo.

Il successo del Btp Italia migliora invece le prospettive del debito pubblico con il rendimento dei titoli di Stato a 10 anni che fa una puntata sotto il 4%. I timori di allargamento all’area NATO del conflitto in Ucraina si sono parzialmente attenuati dopo le precisazioni arrivate dall’amministrazione USA e dallo stesso governo polacco. I titoli europei di aerospazio e difesa sono comunque in rialzo sulle notizie arrivate dal fronte della guerra.

Dagli USA sono arrivate notizie e dati contrastanti sull’andamento dei consumi. Il colosso della grande distribuzione Target ha mancato alla grande le attese del mercato nella trimestrale e ha fornito un outlook debole sulle prospettive delle vendite della stagione natalizia, mentre il Dipartimento al Commercio ha riportato un balzo dell’1,3% delle vendite al dettaglio a ottobre nonostante la pressione dell’inflazione. Il dato comunque non incoraggia le attese che la Fed possa andare presto in pausa nel ciclo di rialzo dei tassi.

16/11/2022 15:50


Le Borse europee proseguono la seduta in territorio negativo con l’Ftse Mib di Milano in calo di tre quarti di punto percentuale in linea il Dax di Francoforte. Pesa un warning della Financial Stability Reviedw della BCE sugli aumentati rischi di instabilità finanziaria nell'Eurozona per la frenata dell'economia che potrebbe diventare recessione. Inoltre il settore auto in Germania è sotto pressione con Mercedes, Volkswagen e Porsche in pesante calo mentre a Milano flettono Stellantis e Ferrari l'1,5% dopo che la stessa Mercedes ha dovuto tagliare i prezzi delle auto elettriche in Cina per le scarse vendite. Su Milano pesa anche Telecom Italia in netto calo.

Intanto il successo del Btp Italia migliora le prospettive del debito pubblico con il rendimento dei titoli di Stato a 10 anni che fa una puntata sotto il 4%. Intanto si allentano i timori di allargamento all’area NATO del conflitto in Ucraina dopo le precisazioni arrivate dall’amministrazione USA e dallo stesso governo polacco. In ogni caso, i titoli europei di aerospazio e difesa sono in rialzo sulle notizie arrivate dal fronte della guerra.

Dagli USA arrivano notizie e dati contrastanti sull’andamento dei consumi. Il colosso della grande distribuzione Target ha mancato alla grande le attese del mercato nella trimestrale e ha fornito un outlook debole sulle prospettive delle vendite della stagione natalizia, mentre il Dipartimento al Commercio ha riportato un balzo dell’1,3% delle vendite al dettaglio a ottobre nonostante la pressione dell’inflazione. Il dato comunque non incoraggia le attese che la Fed possa andare presto in pausa nel ciclo di rialzo dei tassi.

16/11/2022 11:30


L’azionario europeo prosegue in calo contenuto sotto il punto percentuale sulle principali piazza sempre appesantito da timori di un’estensione del conflitto in Ucraina che potrebbe andare fuori controllo a seguito dei missili russi che hanno colpito oltre il confine con la Polonia. Timori in parte contenuti dopo che il presidente USA Joe Biden e i principali leader europei hanno invitato alla cautela. Il presidente polacco Andrzej Duda ha parlato di incidente isolato e lo stesso Biden ha detto che non è probabile che il missile sia partito direttamente dalla Russia.

Sul versante societario, il gruppo aerospaziale Senior e Premier Foods hanno battuto le attese nelle trimestrali, come anche il produttore di treni francese Alstom. La tedesca Siemens Energy ha invece tagliato il dividendo dopo un aumento delle perdite dovuto all’andamento negativo della divisione turbine. L’operatore crocieristico Carnival sembra in difficoltà dopo l’offerta di un bond convertibile da 1 miliardo di dollari da usare per onorare le scadenze sul debito.

A Milano l’indice FTSE MIB si mantiene poco sotto la parità intorno ai 24.600 punti seguendo il trend diffuso in Europa con gli investitori concentrati sulla valutazione del rischio geopolitico dopo gli sviluppi del conflitto in Ucraina. A Piazza Affari si registrano perdite diffuse su industriali, titoli legati al settore sanitario e dei beni di consumo discrezionali, con Amplifon, DiaSorin, e Pirelli in calo tra il 2% e il 3%. Anche Telecom Italia perde terreno dopo un declassamento da parte di Fitch a BB- per la riduzione del debito ritenuta insufficiente. Sul fronte dei dati da registrare la leggera revisione al ribasso dell’inflazione all’11,8%, comunque sempre ai massimi da 37 anni.
Trending