Mercato azionario

Recessione in arrivo? Ecco le azioni difensive selezionate da Barclays

Gli esperti della grande banca segnalano tre titoli che hanno un potenziale di crescita anche in caso di recessione economica

di Redazione 10 Novembre 2022 11:12
financialounge -  Barclays mercati Wall Street
financialounge -  Barclays mercati Wall Street

Come altre banche e società d'investimento, anche Barclays si aspetta l'arrivo di una recessione nel 2023. Tuttavia, secondo gli analisti della banca, il rallentamento sarà poco profondo, anche se le prospettive del mercato restano "estremamente difficili" a causa di diversi fattori.

FASE DIFFICILE PER IL MERCATO AZIONARIO


"Stiamo entrando in una fase di transizione significativa, caratterizzata da un aumento del rischio geopolitico, da tassi più elevati e da un'inversione di tendenza della globalizzazione, con la Fed che si trova in una linea sottile tra un superamento o una svolta prematura", ha scritto Terence Malone di Barclays in una nota inviata ai clienti questa settimana. Secondo il team guidato da Malone, la Federal Reserve, a meno di eventi molto importanti, non interverrà in soccorso del mercato.

TITOLI DIFENSIVI: ZOETIS E TAKE-TWO


Ma in base all'analisi di Barclays, ci sono alcuni titoli difensivi che hanno le carte in regola per fare bene in un contesto recessivo. Tra questi ce n'è uno in particolare che potrebbe guadagnare oltre il 60%. Si tratta della farmaceutica per animali Zoetis, che secondo Barclays può recuperare il terreno perduto nel 2022 (-44%). Take-Two Interactive, società di videogiochi, è un altro nome nella lista della banca: anche in questo caso il titolo è in forte rosso da inizio anno (-47%) ma in base alle previsioni degli esperti di Barclays potrebbe arrivare fino al prezzo obiettivo di 175 dollari per azione.

LA RESILIENZA DI PEPSI


A differenza di molte altre società, Pepsi in occasione della presentazione dei conti del terzo trimestre ha incrementato le previsioni per i prossimi mesi e continua a battere le previsioni di Wall Street grazie all'aumento dei prezzi dei prodotti. Nel 2022 Pepsi, che produce tra le altre cose anche Gatorade e Lay's, è cresciuta del 4% - un dato non banale se si pensa che l'indice S&P 500 è giù del 19% - e secondo Barclays ha un potenziale upside del 2%.
Trending