L'apertura dei mercati

Le Big Tech punite sui mercati, intanto Musk conclude l'acquisizione di Twitter

Nell'ultima seduta della settimana le Borse europee aprono in calo e seguono la scia di Wall Street, dove i conti deludenti delle Big Tech continuano ad appesantire i listini. Musk annuncia l'acquisto di Twitter

di Antonio Cardarelli 28 Ottobre 2022 09:13
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Partenza in rosso per i listini europei nell'ultima seduta della settimana. L'indice Ftse Mib di Piazza Affari cede lo 0,9%, con Inwit che perde il 2,5% dopo la pubblicazione dei conti. Male anche Francoforte e Parigi, che in avvio cedono lo 0,7%.

CROLLO DELLE BIG TECH


Anche le Borse europee risentono dell'andamento negativo di Wall Street, zavorrata negli ultimi giorni dai conti deludenti delle Big Tech. Dopo le delusioni arrivate da Alphabet (Google) e da Microsoft, ieri a Wall Street Meta (Facebook) ha perso il 24,5% scendendo sotto i 100 dollari per la prima volta dal 2016.

MALE AMAZON


Non è andata meglio con i conti di Amazon e Apple. I ricavi di Amazon nel terzo trimestre sono stati sotto le attese (127,1 miliardi di dollari contro 127,46) e le previsioni di crescita sono state riviste. Il titolo, negli scambi after-hours ha perso oltre il 16%. Per Apple una trimestrale in chiaroscuro, con utili in rialzo ma delusione dal calo delle vendite di iPhone e iPad. Il titolo, però, sembra essere in grado di resistere e negli scambi a listini chiusi cede solo l'1%. Intanto Elon Musk annuncia di aver concluso l'acquisizione di Twitter per 44 miliardi di dollari e licenzia subito quattro top manager.

OGGI ASTA BTP


In Italia attesa per il collocamento dei Btp, il primo dall'insediamento del nuovo governo Meloni, per un massimo di 7,5 miliardi di euro. Tra i titoli proposti c'è anche un decennale con scadenza maggio 2033. Intanto lo spread tra Btp e Bund tedeschi ieri è sceso a 206 punti base. In serata, a mercati chiusi, è atteso il giudizio dell'agenzia di rating Dbrs Morningstar sull'Italia, attualmente BBB (high) con outlook stabile.

ASIA IN ROSSO


Sui mercati asiatici sedute pesanti per Hong Kong (-3,7% a poco dalla chiusura) e Shanghai, che cede oltre due punti percentuali. Sulla Borsa di Tokyo l'indice Nikkei ha chiuso in calo dello 0,88% mentre il governo giapponese è pronto a intervenire con un piano di stimolo dell'economia da 200 miliardi di euro.

PETROLIO IN CALO


Sul mercato valutario l'euro resta sotto la parità sul dollaro (0,9968 da 0,998), un andamento già evidenziato ieri dopo che i segnali della Bce hanno fatto scommettere il mercato su un rallentamento nel ritmo della stretta sui tassi da parte della banca centrale. I prezzi del gas salgono del 2,5% tornando a 110 euro al megawattora. Il petrolio scende di oltre un punto percentuale portando il Brent dicembre a 95,96 dollari al barile e il Wti dicembre a 87,93 dollari al barile.
Trending