La view

BlackRock continua a sottopesare le azioni, nessun sollievo dalle elezioni USA

Il commento settimanale di mercato del BlackRock Investment Institute prevede che i rialzi dei tassi della Fed causeranno la recessione, il che vanificherà l’effetto positivo che di solito segue le elezioni di midterm

di Virgilio Chelli 25 Ottobre 2022 15:06

financialounge -  azionario BlackRock Investment Institute investimenti
Posizionamento di sottopeso in portafoglio dell’azionario dei Paesi Sviluppati. I tassi in rialzo causeranno una recessione data la tenacia dell’inflazione, con la Fed che risponde. Potrà andare in pausa solo dopo che il danno economico della stretta monetaria sarà chiaro. Il tutto controbilancia ogni possibile spinta all’azionario dopo le elezioni di midterm. Nel nuovo regime, ogni politica di bilancio di stimolo è destinata a scontrarsi con la politica monetaria. Alla fine la politica anti-inflazione prevarrà sulle spinte inflattive con il focus politico che si concentrerà sulle presidenziali del 2024.

I RISULTATI DEL VOTO SARANNO ECLISSATI DALLA RECESSIONE


Sono le indicazioni conclusive di BlackRock nel commento settimanale di mercato a cura del BlackRock Investment Institute, secondo cui la recessione eclisserà i risultati delle elezioni di midterm. La recessione sarà causata dai rialzi dei tassi della Federal Reserve che eclisseranno ogni impatto del voto di inizio novembre, il che induce appunto BlackRock a sottopesare l’azionario dei mercati sviluppati. I rendimenti sono saliti e le azioni hanno rimbalzato dai minimi con i mercati che scrutano la determinazione delle banche centrali, ma comunque continuano a prezzare un altro rialzo di 75 punti della Bce questa settimana prima del meeting della Fed la prossima.

LA CHIAREZZA POLITICA QUESTA VOLTA NON BASTA


L’azionario di solito fa bene dopo le elezioni di midterm, perché fanno chiarezza politica, ma questa volta secondo BlackRock non sarà così a causa della recessione indotta dalla Fed. Lo stimolo della politica di bilancio funziona solo se si muove in sintonia con la politica monetaria nel nuovo regime, come mostra il caso della Gran Bretagna. La recessione in arrivo rappresenta un grosso problema per le azioni andando a impattare i settori dell’economia sensibili ai tassi, come l’immobiliare abitativo, che già mostra segni di cedimento.

COSA INSEGNA IL CASO BRITANNICO


La Grande Moderazione che ha regnato per quattro decenni non funziona più nel nuovo regime di elevate volatilità macroeconomica e la recessione annullerà ogni possibile beneficio delle elezioni di midterm. Le azioni inoltre non riflettono ancora nei prezzi il pieno effetto della recessione sugli utili, per cui BlackRock sconsiglia di cavalcare i rimbalzi. Il caso della Gran Bretagna mostra cosa può succedere quando la politica tenta di rispondere all’alta inflazione con spesa pubblica da finanziare. Ora Londra ha corretto la rotta e Bank of England potrà alzare i tassi di meno di quanto atteso all’annuncio del piano fiscale.

INFLAZIONE DOVUTA ALLE STROZZATURE PRODUTTIVE


Il fatto che l’inflazione soprattutto in USA sia dovuta principalmente alle strozzature delle catene produttive e distributive indica che l’unica strada per abbatterla è ridurre l’attività economica a un livello sostenibile per l’attuale capacità produttiva. Uno stimolo fiscale non sosterrebbe la crescita ma risulterebbe solo in tassi più alti e in un costo più elevato per il servizio del debito pubblico.

LA FED CEDERÀ MA IL DANNO SARÀ FATTO


Il focus della politica secondo BlackRock si concentrerà sempre più sull’economia. L’inflazione scenderà, ma resterà al di sopra del target, e la recessione continuerà a colpire. Il tutto causerà verosimilmente un aumento delle voci politiche che denunceranno i tassi alti come causa della recessione. Alla fine la Fed smetterà di alzare i tassi davanti al danno economico causato e per le pressioni perché allenti la stretta. Ma questo significa che alla fine bisognerà convivere con un certo livello di inflazione, conclude BlackRock.

Trending