La view

Schroders: opportunità da cogliere nell'azionario del Sud-Est asiatico

Schroders sottolinea la maggior resilienza nel panorama emergente ma esprime un giudizio non favorevole anche se vede all’interno dell’area interessanti opportunità, ma servono valutazioni specifiche e olistiche

di Virgilio Chelli 3 Ottobre 2022 18:30
financialounge -  Andrew Rymer emergenti Robert Davy Schroders
financialounge -  Andrew Rymer emergenti Robert Davy Schroders

I mercati azionari dell’ASEAN sono stati più resilienti rispetto agli emergenti in generale, scesi del -18,6% da inizio anno, ma con risultati diversi, dall’Indonesia, che ha segnato un rendimento del +12%, alle Filippine, in calo del -13,5%, nonostante la debolezza valutaria di tutti e quattro i mercati che compongono l’area. La crescita economica sta riprendendo, i prezzi elevati delle materie hanno giovato a Indonesia e Malesia, con la Thailandia po’ in ritardo, mentre il turismo si sta riprendendo.

PROSPETTIVE DI CRESCITA COMPLESSE


Robert Davy, gestore azionario mercati emergenti, e Andrew Rymer, CFA Senior Strategist, Strategic Research Unit, di Schroders vedono però le prospettive di crescita più complesse e sempre più minacciate dall’inflazione, che spinge le banche centrali ad aumentare i tassi, con un impatto anche sulla politica fiscale, come in Indonesia. Anche i prezzi delle materie prime, in particolare dei metalli industriali, ora in calo, potrebbero avere implicazioni sui conti con l’estero di Indonesia e Malesia, mentre le prospettive per le esportazioni manufatturiere sono offuscate dalle aspettative di rallentamento globale.

TENERE D’OCCHIO LA POLITICA


Tra le notizie positive anche l’aumento degli investimenti diretti esteri legato anche a una certa delocalizzazione dalla Cina. Un fattore da tenere presente, avvertono i due esperti di Schroders, è la politica. Nelle Filippine le priorità del nuovo leader Marcos, nonostante la retorica populista, sembrano essere favorevoli al mercato. Una maggiore incertezza potrebbe venire dalla Malesia, con le elezioni a luglio 2023, mentre in Thailandia che va a votare a marzo i sondaggi danno in vantaggio il partito di opposizione Pheu Thai.

BANCHE CENTRALI IN MOVIMENTO


Come nella maggior parte del mondo, l’inflazione è aumentata in tutta l’ASEAN, anche se da un livello più basso, e viaggi sopra l’obiettivo in Tailandia e nelle Filippine, mentre in Indonesia è vicina all'estremità superiore dell’intervallo di riferimento e in Malesia la banca centrale non ha un obiettivo esplicito. Comunque le banche centrali hanno iniziato ad agire con quelle di Filippine e Malesia che hanno alzato i tassi mentre quelle di Thailandia e Indonesia sono state più lente.

NON FAVOREVOLE MA VEDE OPPORTUNITÀ


Alla fine l’analisi degli esperti di Schroders dipinge un quadro misto per i mercati del sud-est asiatico, con la buona notizia di economie in ripresa e la cattiva che gran parte delle riaperture è stata anticipata dai mercati e si riflette nelle valutazioni. Diverse sfide potrebbero pesare sulle prospettive, per cui Schroders non è favorevole ai mercati emergenti dell’ASEAN, anche se vede interessanti opportunità a livello di titoli azionari, che richiedono una valutazione più specifica e olistica.
Trending