La view

Generali Investments resta sottopeso di azioni, ma spazio per rimbalzi selettivi

Sottopesato anche il debito periferico dell’Eurozona e sovrappeso del credito, con preferenza per i bond finanziari ma non per gli High Yield. Lieve sovrappeso per Cina, preferenza per UK rispetto all’UEM

di Virgilio Chelli 12 Settembre 2022 16:18
financialounge -  Generali Investments Tassi d'interesse Treasury Usa
financialounge -  Generali Investments Tassi d'interesse Treasury Usa

Mantenere un sottopeso di azioni e obbligazioni dell’Area Euro periferica, conferma del sovrappeso del credito con leggera preferenza per i finanziari ma sottopeso dell’High Yield, peso neutrale per i titoli sovrani core, con preferenza per i Treasury USA e deciso sovrappeso del cash. Sono le indicazioni dell’ultima edizione della Bussola dei Mercati, a cura del Team di ricerca finanziaria & macro di Generali Insurance Asset Management, parte dell’ecosistema di Generali Investments, che resta sottoesposta alle azioni, anche se si aspetta tuttora un ritorno totale leggermente positivo 12 mesi. A livello geografico, Generali Investments ha un lieve sovrappeso in Cina, una preferenza per il Regno Unito sull’EMU, e un peso neutrale in Giappone, mentre conferma la neutralità sui Mercati Emergenti.

TASSI USA VICINI AL PICCO


In particolare, secondo la Bussola di Generali Investments i rendimenti nell’Area Euro core hanno più spazio per risalire, con la BCE in versione “falco” e tassi reali piuttosto bassi, mentre negli Stati Uniti si stanno avvicinando al picco. Inoltre, i rischi politici in Italia e la crescita che si indebolisce, a fronte di rendimenti core più elevati, non fanno ben sperare per gli spread dell’Area Euro non-core, anche perché bisogna prepararsi a un ulteriore ampliamento. Il dollaro forte conserva un margine di ulteriore rialzo, anche dopo aver raggiunto nuovi record, perché sostenuto dal rallentamento globale e soprattutto dalla crisi energetica in Europa.

ATTENZIONE ALLA CRISI DEL GAS IN EUROPA


Il Team di Generali Investments nota anche che la politica monetaria divergente pesa sullo yen, ma viste le valutazioni già molto scontate, ritiene che le probabilità di un rimbalzo stiano aumentando. La Bussola raccomanda di prestare particolare attenzione alle gravi carenze di approvvigionamento di gas che provocano una recessione in Europa, all’inflazione persistente e alla rapida contrazione della politica che erodono la propensione al rischio e fanno scattare un brusco rallentamento. Le tensioni su Taiwan si aggiungono ai rischi geopolitici, mentre una nuova variante del covid impone ulteriori chiusure, ma meno rigide nelle economie avanzate che in quelle emergenti.

SPAZIO PER RIMBALZI SELETTIVI


Il tutto si inserisce in un quadro macro che ha visto una ‘gelata’ calare sulle speranze che le autorità potessero rallentare o interrompere gli aumenti dei tassi di fronte a crescenti rischi di recessione. Per le valutazioni azionarie e gli utili, secondo Generali Investments, si prospettano venti a sfavore più intensi andando verso l’inverno, con una recessione incombente in Europa. Il posizionamento degli investitori resta perciò molto prudente e lascia spazio per rimbalzi selettivi.
Trending