La giornata sui mercati

Borse europee in verde dopo il taglio dei tassi deciso dalla Banca centrale cinese

La mossa a sorpresa delle autorità cinesi, che tagliano il tasso sui prestiti a 5 anni per far respirare l'economia, porta ottimismo in avvio sui listini europei. A Wall Street l'indice S&P 500 è sempre più vicino al territorio "orso"

di Antonio Cardarelli 20 Maggio 2022 09:18
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Partenza con il segno più per i listini europei nell'ultima seduta della settimana. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,7%, con Parigi, Francoforte e Madrid sulla stessa lunghezza d'onda. Molto bene Londra, cove il Ftse 100 guadagna l'1,3% nelle prime battute.

RECESSIONE POSSIBILE SECONDO YELLEN


La Fed rimane concentrata sul contrasto dell'inflazione mentre Wall Street si avvicina al territorio "orso", ovvero una flessione del 20% dai massimi del periodo. Da inizio anno l'indice S&P 500 ha perso poco più del 18% e anche ieri la Borsa Usa ha accusato una flessione. Powell ha ribadito la volontà di aumentare i tassi di 50 punti base a giugno e luglio. Janet Yellen, segretaria al Tesoro Usa, ha affermato che un "atterraggio morbido" dell'economia "è possibile" ma ci vorranno "abilità e un po' di fortuna". La direttrice del Fondo monetario internazionale, Kristalina Georgieva, ha avvertito che "sta diventando più difficile per le Banche centrali ridurre l'inflazione senza causare una recessione".

LA CINA TAGLIA I TASSI


Arrivano notizie dalle Borse asiatiche grazie alla mossa della Banca centrale cinese, che ha deciso a sorpresa di tagliare il tasso di interesse sui prestiti a 5 anni per cercare di dare un supporto al mercato immobiliare e all'economia. La Borsa di Shanghai ha chiuso a +1,6% mentre l'Hang Seng, a poco dalla chiusura, guadagna quasi tre punti percentuali. Chiusura in rialzo per la Borsa di Tokyo, trascinata in territorio positivo dalla performance brillante di alcuni comparti, soprattutto l'elettronica e l'high-tech. L'indice Nikkei dei titoli guida ha chiuso con un aumento dell'1,3% a 26.739 punti.

PETROLIO IN CALO


In flessione i prezzi del petrolio: il Brent luglio è trattato a 111,83 dollari al barile, il Wti luglio a 109,43 dollari al barile. Gas naturale in calo del 2% in Europa a 89 euro al megawattora. Oro in lieve aumento (+0,3%) a 1846 dollari l'oncia, il Bitcoin recupera un po' di terreno ma rimane ancora sotto quota 30mila dollari.
Trending