Analisi e selezione

Il fondo globale di T.Rowe Price per navigare i difficili mari del reddito fisso

Il Responsible Global Aggregate Bond Fund di T.Rowe Price tramite un portafoglio robusto in diversi scenari di correlazione e fattori di rischio pone l'enfasi sulla generazione di alpha e su una gestione del rischio efficace

di Leo Campagna 31 Marzo 2022 17:05
financialounge -  Fixed Income obbligazioni Responsible Global Aggregate Bond Fund t.rowe price
financialounge -  Fixed Income obbligazioni Responsible Global Aggregate Bond Fund t.rowe price

Un portafoglio di circa 400-600 emittenti, che mira a sfruttare le inefficienze in tutto l'universo del reddito fisso e dei mercati valutari globali, con una precisa impronta sostenibile. Si presenta così il T.Rowe Price funds Sicav - Responsible Global Aggregate Bond Fund che rientra nell'ambito dell'Articolo 8 del Regolamento sulla trasparenza della finanza sostenibile (SFDR).

GENERARE UNA SOVRAPERFORMANCE COSTANTE RISPETTO AL BENCHMARK


“Il nostro approccio mira a costruire un portafoglio robusto in diversi scenari di correlazione e fattori di rischio che mira a generare una sovraperformance costante rispetto al benchmark, ponendo l'enfasi sulla generazione di alpha e su una gestione del rischio efficace. Il team applica un'analisi bottom-up dei fattori fondamentali, tecnici e valutativi del mercato per individuare le opportunità. Queste ultime vengono poi sottoposte a un esame del profilo di rischio/rendimento al fine di ridurre il numero di candidati all'investimento. Inoltre, utilizziamo una lista di esclusione proprietaria basata sugli aspetti ESG” spiegano gli esperti di T.Rowe Price.

UN PROCESSO DI INVESTIMENTO DISCIPLINATO E ARTICOLATO IN 4 STEP


Il processo di investimento della strategia Responsible Global Aggregate Bond Fund è disciplinato e articolato in quattro step. “Il primo consiste nel comprendere il mercato per creare previsioni affidabili. Si esaminano le prospettive macroeconomiche relative ad oltre 80 Paesi, più di 40 diverse valute e circa 20 mila titoli in circolazione. Si predispongono analisi fondamentali, si mettono a punto metriche proprietarie di valutazione e si utilizza anche l’analisi tecnica”, riferiscono i manager di T.Rowe Price.

APPROFONDIRE LA FORZA DELLE CONVINZIONI


Il passo successivo consiste nel selezionare le opportunità confrontando i paesi, le valute, i settori e gli emittenti. Si approfondisce la forza delle convinzioni in un quadro di rischio/rendimento esplicito. L’obiettivo del team di gestione è individuare le potenziali esposizioni di portafoglio sovra o sottopesate relativamente a Paesi, tassi, valute e settori.

L’ESPOSIZIONE E LA COPERTURA OTTIMALE DEL PORTAFOGLIO


Il terzo step è quello che riguarda la costruzione del portafoglio e che ne studia il posizionamento, l’esposizione e la copertura ottimale. Prevede un approccio qualitativo/quantitativo, con analisi di scenario e approfondimento del rischio fattoriale. “Il team che gestisce il Responsible Global Aggregate Bond Fund cerca di individuare investimenti con buoni rapporti tra informazioni disponibili e prospettive, che garantiscano coerenza tra diversi orizzonti temporali e che risultino in linea con la convinzione dei nostri analisti”, puntualizzano i professionisti di T.Rowe Price.

IL MONITORAGGIO E IL RIEQUILIBRIO DEL PORTAFOGLIO


L’ultimo passo è quello riguardante il monitoraggio e il riequilibrio del portafoglio. Per farlo si tengono sotto osservazione gli obiettivi di prezzo, si incorporano nuove informazioni, si verificano i profili di liquidità. Viene confrontata la stima del rischio su base storica con quella effettiva da quando quell’esposizione è in portafoglio per verificare se sia ancora il caso di mantenerla in funzione delle nuove prospettive.

MODELLO DI INDICATORE DI INVESTIMENTO RESPONSABILE (RIIM)


Infine, ma non certo per importanza, nel processo di investimento e di costruzione del portafoglio vengono implementati i principi ESG. Un passaggio che capitalizza il lavoro di ricerca interna di T.Rowe Price con gli specialisti ESG della casa d’investimento e che è articolato in tre fasi: identificazione, analisi e integrazione. L’identificazione, in particolare, è focalizzata sulla ricerca proprietaria, con strumenti che segnalano i titoli con problematiche ESG. Capitalizza il Modello di indicatore di investimento responsabile (RIIM) con oltre 200 input di dati in 22 diverse aree e copre circa 20.000 emittenti.
Trending