Dati Immobiliare.it

Affitti: si torna al pre-pandemia, con la domanda che cresce del 30%

Nei grandi capoluoghi aumentano i costi delle locazioni (+3%), record di Bologna con un balzo dell’8%. Il canone di locazione medio per un trilocale in Italia pari a 777 euro

di Fabrizio Arnhold 15 Marzo 2022 11:16
financialounge -  affitti casa Domanda immobiliare pre Covid prezzi
financialounge -  affitti casa Domanda immobiliare pre Covid prezzi

Il Covid è superato. Nelle locazioni i trend sono quello del pre-pandemia, con la domanda che da settembre 2021 a febbraio 2022 ha fatto un balzo del 30% rispetto al semestre precedente. Diminuisce l’offerta (-23,5%) di case e cresce la domanda (+28,3%). Non si muovono i canoni (+0,4%), che crescono solo nelle grandi città.

PER UN TRILOCALE 777 EURO AL MESE


I conti sono quelli dell’Osservatorio Affitti, a cura di Immobiliare.it Insights, e rilevano come i prezzi siano sostanzialmente stabili (+0,4%), con il canone di locazione medio per un trilocale in Italia pari a 777 euro al mese. In costante crescita la domanda, con un aumento più significativo al Centro e nel Sud Italia (+42,2% e +33,7% rispettivamente), mentre al Nord la variazione si aggira attorno al 20%. In crescita anche la richiesta sulle isole (+14,3%).


Fonte dati: Immobiliare Insights

LE CITTÀ TORNANO A RIEMPIRSI


La pandemia e il lockdown aveva provocato un esodo dai grandi centri urbani, con la maggior parte dei lavoratori che in smart working preferiva stare in periferia o lontano dalle città, in spazi più grandi e verdi. Ora la tendenza sta tornando quella pre Covid. Sempre secondo i dati di Immobiliare.it, infatti, sia i grandi che i piccoli capoluoghi di regione mostrano un calo dell’offerta attorno al 30%.

PIÙ STUDENTI E LAVORATORI


“Siamo tornati alle logiche che dominavano il mercato degli affitti prima dello scoppio dalla pandemia - spiega Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it - con l’offerta che non riusciva a coprire la domanda specialmente nelle grandi città, grazie alle richieste di studenti fuori sede e giovani lavoratori”. La previsione per i capoluoghi è che presto “si tornerà ai valori richiesti prima del lockdown”.

CANONI STABILI


I canoni per una casa in locazione crescono nelle città. Rispetto al semestre precedente a quello settembre-febbraio 2022, infatti, i piccoli capoluoghi registrano un incremento pari all’1,6%, mentre i grandi centri urbani fanno registrare un aumento del 3%. A livello nazionale la situazione resta sostanzialmente stabile, con il Nord-Ovest che guadagna il 2,4% e il Centro l’1,2%. In leggero ribasso Nord-Est e Isole (-0,2% e -0,8%, rispettivamente).


Fonte dati: Immobiliare Insights

AUMENTO RECORD A BOLOGNA


Dando un’occhiata alle singole città, si evidenzia il caso di Bologna, dove la domanda è crescita dell’80%, a fronte di uno stock di appartamenti in diminuzione di quasi il 50% rispetto al semestre marzo-agosto 2021. Boom anche dei prezzi, con incrementi di circa l’8%, tanto che affittare un trilocale nel capoluogo emiliano costa in media 971 euro. Bisogna pagare di più a Milano (1.231 euro al mese) e Roma (1.068 euro al mese in media).
Trending