L'intervento

Israele: con terza dose protetti da Omicron

Il ministro della Sanità Nitzan Horowitz rassicura sull'efficacia del vaccino contro la variante Omicron del Covid-19

di Antonio Cardarelli 1 Dicembre 2021 10:39
financialounge -  Covid-19 israele Nitzan Horowitz Variante Omicron
financialounge -  Covid-19 israele Nitzan Horowitz Variante Omicron

La variante Omicron è la nuova minaccia globale, ma da Israele arrivano notizie rassicuranti. Secondo il ministro della Sanità, Nitzan Horowitz, con tre dosi di vaccino si è protetti anche dalla variante scoperta per la prima volta in Sudafrica. Intervistato dal Times of Israel, Horowitz ha spiegato che "la situazione è sotto controllo" visto che l'arrivo di una nuova variante era già stata messa in preventivo.

ATTESA PER ALTRI DATI


“Nei prossimi giorni avremo informazioni più precise sull'efficacia del vaccino ma le prime indicazioni mostrano che coloro che hanno un richiamo sono molto probabilmente protetti contro questa variante”, ha aggiunto Horowitz. Quanto accade in Israele è seguito molto da vicino nel resto del mondo. Per ora nel Paese sono 4 i casi di variante Omicron accertati. Gli ultimi due positivi sono due medici, entrambi vaccinati con tre dosi del vaccino Pfizer/Biontech, che al momento presentano sintomi leggeri.

I CASI IN EUROPA


Per frenare l'arrivo della nuova variante del Covid-19, Israele ha deciso di chiudere le frontiere per due settimane. Intanto la campagna vaccinale prosegue con la terza dose disponibile per chi ha più di 16 anni, da fare a cinque mesi di distanza dalla seconda. Fino a ieri i casi di variante Omicron accertati nell'Unione europea erano 44, quasi tutti i positivi erano reduci da viaggi in Africa o hanno transitato in paesi africani. La stessa dottoressa sudafricana che ha scoperto la variante, Angelique Coetzee, nei giorni scorsi aveva rassicurato spiegando che nessun paziente affetto da Omicron aveva presentato sintomi gravi.
Trending