Risparmio gestito

Assogestioni: nel terzo trimestre raccolta netta a 18,5 miliardi

Il patrimonio gestito cresce a 2.544 miliardi, da inizio anno la quota delle sottoscrizioni ha toccato +69,8 miliardi di euro. A trainare il trimestre sono state le gestioni collettive (18,3 miliardi)

di Fabrizio Arnhold 22 Novembre 2021 13:02
financialounge -  Assogestioni fondi investimenti risparmio
financialounge -  Assogestioni fondi investimenti risparmio

Terzo trimestre ancora positivo per l’industria del risparmio gestito. Come indica la mappa di Assogestioni, nei tre mesi a settembre la raccolta netta ha totalizzato +18,48 miliardi di euro, dopo +21,46 miliardi nel secondo trimestre e +29,9 miliardi nel primo. Da inizio anno la quota delle sottoscrizioni ha toccato +69,8 miliardi di euro.

MASSE GESTITE A 2.544 MILIARDI


Le masse gestite sono aumentate a 2.544 miliardi di euro dai 2.520 miliardi di fine giugno, toccando il nuovo record di 2.561 miliardi di euro. A trainare il trimestre sono state le gestioni collettive, con un saldo di raccolta di 18,3 miliardi (come nei tre mesi precedenti), a un totale di 56,5 miliardi da gennaio, con masse per 1.310,5 miliardi (51,5% del totale) da 1.291 miliardi (51,2%) a fine giugno.

FONDI APERTI IN CRESCITA


Segno più per la raccolta dei fondi aperti, con 16,9 miliardi di sottoscrizioni (da 17,1 miliardi nel secondo trimestre), a complessivi +52,7 miliardi da gennaio. I fondi chiusi mettono a segno un +1,36 miliardi dopo +1,15 miliardi, a un totale di +3,8 miliardi da inizio anno. In frenata le gestioni di portafoglio, che si mantengono di poco in terreno positivo, con +198 milioni di raccolta netta da +3,16 miliardi a giugno, a complessivi +13,3 miliardi da inizio anno, con masse per 1.234 miliardi (48,5%) da 1.229 (48,8%).

RADDOPPIANO LE GESTIONI DI PATRIMONI PREVIDENZIALI


Le Gp retail segnano sottoscrizioni per +2,66 miliardi, non lontane dai +2,8 miliardi del secondo trimestre (+8 miliardi da gennaio) e le gestioni di patrimoni previdenziali raddoppiano a +981 milioni da +467 milioni (+2,16 miliardi). Passo indietro per le gestioni di prodotti assicurativi con -756 milioni, dopo -938 milioni (ma da inizio anno il saldo è di +1,3 miliardi), mentre le altre gestioni chiudono il trimestre a -2,7 miliardi.

PRIMATO AI BILANCIATI


Il primato di raccolta nei tre mesi a settembre va ai bilanciati con +6,4 miliardi, dopo +7,7 miliardi nel secondo trimestre. A seguire gli azionari con +3,9 miliardi, dopo +8,4 miliardi e gli obbligazionari con +3,4 miliardi. Trimestre in positivo anche per i flessibili che mettono a segno un +816 milioni contro -918 milioni nei tre mesi precedenti. Gli investitori limitano l’impegno al breve termine, sottolineato dal crescente interesse per i fondi monetari, che mettono a segno un +2,4 miliardi da inizio anno.

PIR IN AUMENTO


La mappa di Assogestioni mette in evidenza la ripresa dei piani individuali di risparmio. I Pir compliant mettono a segno nei tre mesi a settembre un’accelerazione dei flussi in entrata, positivi per 155 milioni, dopo +106 milioni del secondo trimestre. Il patrimonio è pari a 20,2 miliardi di euro. La tipologia più gettonata nel trimestre è quella dei fondi bilanciati, con una raccolta netta di +102,7 milioni.

POSITIVA LA RACCOLTA DEI FONDI SOSTENIBILI


I fondi aperti sostenibili hanno messo a segno, nel terzo trimestre, una raccolta netta positiva per 14,5 miliardi di euro, con un patrimonio promosso di 361,5 miliardi. Nei tre mesi a settembre le preferenze tra i fondi etici hanno premiato gli azionari – con afflussi netti per 5,5 miliardi – che totalizzano 138,4 miliardi di masse promosse (38,3% del totale). Seguono i bilanciati (4,3 miliardi), davanti ai flessibili (3,5 miliardi di raccolta netta) e agli obbligazionario con 1,7 miliardi raccolti.
Trending