L’intervento alla COP26

Il capo di BlackRock Larry Fink avverte: “La transizione energetica va ripensata”

La Climate Finance Partnership mobilita 673 milioni di dollari per accelerare la transizione Net Zero nei mercati emergenti. Il ceo di BlackRock ha criticato le compagnie petrolifere per aver ceduto asset inquinanti a società private

di Fabrizio Arnhold 3 Novembre 2021 - 8:45
financialounge - news
financialounge - news

La transizione energetica va ripensata. Larry Fink, presidente e ceo di BlackRock, intervenendo alla conferenza sul clima COP26 a Glasgow, ha anche criticato le compagnie petrolifere per aver venduto alcuni dei loro beni a società private, il che significa che ci sono meno informazioni sulle attività considerate più inquinanti.

MENO EMISSIONI PER LE SOCIETÀ PUBBLICHE


Il numero uno di BlackRock ha elogiato le società pubbliche per aver aumentato l’impegno sul fronte emissioni. “Non possiamo semplicemente chiedere alle aziende pubbliche di andare avanti senza il resto della società”, ha detto Fink. “Creerà il più grande arbitraggio sul mercato. Stiamo vedendo che negli ultimi anni sono in aumento gli idrocarburi venduti ad aziende private e questo rende il mondo peggiore”.

TRARRE PROFITTO


Il problema si ripresenta nel momento in cui gli investitori traggono profitto da società che operano senza impegnarsi nella transizione. Ci sono società petrolifere che stanno cedendo gli asset più inquinanti a società private, per avere un’immagine più sostenibile. “Ma quei beni esistono ancora e sono meno trasparenti se in mani di aziende private”, ha spiegato Fink. “Questa è un’operazione di facciata, è greenwashing”.

LA SOLUZIONE


Per il ceo di BlackRock una soluzione è creare nuovi veicoli finanziari per lo spin-off delle attività petrolifere, con una società energetica che poi destinerà tutti i proventi della vendita alla tecnologia verde. “Dobbiamo agire come durante la crisi finanziaria con le banche, dobbiamo creare nuovi veicoli, nuovi processi di pensiero”, ha aggiunto Fink. “BlackRock sta lavorando con loro, non contro di loro”.

I MERCATI EMERGENTI


Occorre pensare e sviluppare una transizione equa e giusta soprattutto per aiutare i mercati emergenti ad affrontare le sfide del cambiamento climatico. Fink ha precisato che la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale dovrebbero agire affinché più denaro vada ai Paesi in via di sviluppo.

IL FONDO DI BLACKROCK


BlackRock ha fatto sapere di aver raccolto 673 milioni di dollari per per la Climate Finance Partnership (CFP), un veicolo finanziario misto, pubblico-privato, focalizzato sugli investimenti in infrastrutture climatiche nei mercati emergenti, che ha come obiettivo quello di accelerare la transizione globale verso un'economia a basse emissioni di carbonio. Un consorzio globale di 22 investitori, tra cui governi, enti filantropici e investitori istituzionali, si è impegnato nella raccolta, alla quale hanno aderito diversi partner al di là delle previsioni, superando l’obiettivo di 500 milioni di dollari.
Trending