BlueOrchard annuncia il secondo closing del fondo di sostegno contro il Covid-19

Da $207 milioni
di Redazione 23 Luglio 2021 - 16:47

La società parte del Gruppo Schroders, leader nell’impact investing, accoglie il folto gruppo di importanti investitori istituzionali e privati che hanno consentito di chiudere l’operazione a oltre 200 milioni di dollari

BlueOrchard Finance, leader nell’impact investing e parte del Gruppo Schroders, ha annunciato il secondo closing a $207 milioni del fondo “BlueOrchard Covid-19 Emerging and Frontier Markets MSME Support Fund”, dando il benvenuto ai nuovi investitori pubblici e privati che hanno aderito: IDB Invest, parte della Banca Interamericana di Sviluppo, e Visa Foundation, la stessa Schroders, l’istituzione britannica per il finanziamento allo sviluppo CDC, la U.S. International Development Finance Corporation), FSD Africa Investments, la Japan International Cooperation Agency, la banca per lo sviluppo della Germania KfW e SECO, la Segreteria di Stato dell’economia svizzera.

IN MOLTI NECESSITANO ANCORA SOSTEGNO

Una nota sottolinea come l’impatto del Covid-19 minacci di annullare decenni di progressi per la riduzione della povertà e delle disuguaglianze globali. Molte istituzioni finanziarie dei mercati emergenti e di frontiera hanno resistito alla crisi senza subire grossi stravolgimenti, ma altri necessitano di sostegno per continuare a finanziare le imprese micro, piccole e medie, che costituiscono la spina dorsale della crescita economica e del mercato del lavoro dei Paesi in via di sviluppo. Per supportarle, BlueOrchard a fine 2020 aveva lanciato il fondo “BlueOrchard Covid-19 Emerging and Frontier Markets MSME Support Fund”, in collaborazione con investitori privati e pubblici leader di mercato.

GIÀ EFFETTUATI INVESTIMENTI IN 4 CONTINENTI

A marzo 2021, il Fondo ha investito in 14 istituzioni finanziarie in 13 Paesi tra Africa, Asia, Europa dell’Est e America Latina, e sta supportando più di 26 milioni di posti di lavoro. Il Fondo rientra tra i criteri del 2X Challenge, l’impegno assunto delle istituzioni finanziarie di sviluppo del G7 per mobilitare capitali verso investimenti che sostengano l’emancipazione economica delle donne nei mercati emergenti. Maria Teresa Zappia, Chief Impact and Blended Finance Officer, Deputy CEO, BlueOrchard, ha sottolineato la necessità di un’azione decisiva e una solida cooperazione per supportare chi ha più bisogno e si è detta orgogliosa della fiducia degli investitori.

AIUTO ALLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE

James Scriven, CEO, IDB Invest, ha rilevato che la partnership accrescerà la disponibilità di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese in America Latina e nei Caraibi: supportarle e creare posti di lavoro è essenziale per una ripresa inclusiva per i Paesi della regione. Graham Macmillan, President, Visa Foundation, ha sottolineato l’approccio di BlueOrchard, che fornisce finanziamenti su misura a istituti di microfinanza e a creditori di piccole imprese, aiuta i business più piccoli, e in particolare quelli guidati da donne, a costruire resilienza e a sostenere lo sviluppo a lungo termine.

STRUMENTO IMPORTANTE PER CONTRASTARE LA CRISI

Infine Stefan Breuer, Member of the Management Committee, KfW Development Bank, ha affermato che fornire liquidità alle istituzioni finanziarie per mantenere i prestiti alle micro, piccole e medie imprese è fondamentale per mitigare l’impatto economico della crisi provocata dal Covid-19, sia nel breve che nel lungo periodo, sottolineando che il Fondo Blue Orchard Covid-19-Support è lo strumento adatto per raccogliere capitale pubblico e privato per realizzare questo obiettivo.

Financialounge - Telegram