Il ponte sul Tevere di Michelangelo diventa realtà (in cartone)

Per una settimana
di Mauro Speranza 14 Luglio 2021 - 10:02

A Roma l’iniziativa di un artista francese che ha realizzato in cartone Ponte Farnese seguendo il progetto originale di Michelangelo Buonarroti

Dopo quasi cinquecento anni si realizza il sogno del Gran Cardinale Alessandro Farnese, anche se il ‘Ponte Farnese’ commissionato a Michelangelo Buonarroti sarà realizzato in cartone ed esposto solo una settimana a Roma.

IL PONTE FARNESE

Realizzato in cartone riciclabile, il ponte è sospeso sul ‘Biondo Tevere’ tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini con una lunghezza di 18 metri ed è sostenuto da tre palloni gonfiabili ad elio di sei metri di diametro. L’opera è progettata dall’artista francese Olivier Grossetête, ispirandosi al progetto originario di Michelangelo per collegare le due residenze della famiglia Farnese.
Il ponte è stato realizzato dai cittadini volontari che hanno partecipato al workshop tenuto dall’artista nella settimana precedente all’inaugurazione prevista per il 13 luglio alla presenza della Sindaca Virginia Raggi e dell’ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, mentre l’esposizione terminerà il 18 luglio con volontari e passanti che saranno invitati a smontarlo.

L’INIZIATIVA

L’iniziativa è promossa dall’Ambasciata di Francia e dall’Institut francais Italia con il sostegno di Webuild, in collaborazione con Villa Farnesina-Accademia dei Lincei. “Il ponte Farnese è il primo di una serie di eventi culturali e scientifici legati alla valorizzazione di Palazzo Farnese, che abbiamo pensato per raccontarne la storia e renderlo visibile, mentre è in atto il restauro di facciate e tetto, che durerà cinque anni”, spiega l’ambasciatore Masset.

LA STORIA DI UN SOGNO

Nel 1512 il Gran Cardinale Alessandro Farnese, considerato uomo colto e mecenate, acquistò il Palazzo del giardino del banchiere Agostino Chigi, denominandolo successivamente Palazzo Farnese. Il Cardinale sognava di realizzare una passeggiata sul Tevere collegando la sua nuova proprietà alla residenza di Palazzo Farnese.
Per realizzare il suo sogno commissionò il progetto a Michelangelo Buonarroti, morto nel 1564, ma l’opera non venne mai terminata e attualmente resta solo un arco su via Giulia.

Financialounge - Telegram