Dal 3 giugno vaccini anche nelle aziende, 700 hanno già dato disponibilità

Campagna vaccinale
di Fabrizio Arnhold 28 Maggio 2021 - 17:03

Vaccini aperti a tutte le classi di età. “Da settimana prossima è molto probabile che anche l’Aifa darà il via libera ai vaccini dai 12 ai 15 anni”, lo annuncia il commissario Figliuolo

“Dal 3 giugno si darà possibilità alle regioni e Province autonome di aprire su tutte le classi d’età seguendo il Piano vaccinale, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali”, ha annunciato il commissario straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo. Nelle scorse settimane oltre 700 aziende avevano dato la disponibilità ad effettuare vaccinazioni non appena il Piano lo avesse consentito.

20 MILIONI DI DOSI

“C’è un però: le dosi saranno 20 milioni ed è chiaro che le Regioni devono regolarsi ed evitare la rincorsa a chiederne di più. Grazie all’intervento del presidente del Consiglio siamo riusciti a ottenere questo, che non è tantissimo ma era comunque impensabile anche nelle previsioni più rosee di 2-3 mesi fa”, ha aggiunto Figliuolo, durante la visita in Umbria.

VACCINI PER I 15ENNI

Figliuolo ha poi aggiunto che “è molto probabile che dall’inizio della prossima settimana anche l’Aifa darà il via libera ai vaccini dai 12 ai 15 anni, circa 2,3 milioni di ragazzi, che erano già stati previsti a marzo nel Piano”. Per i più giovani sono raccomandati i vaccini a mRna, al momento quelli approvati sono Pfizer o Moderna.

“GARANTIRE ACCESSO AI VACCINI”

A proposito di vaccini, il premier Mario Draghi, intervenendo al convegno di Global Solutions ha precisato che garantire l’accesso ai Paesi più poveri a vaccini efficaci “è un imperativo morale”. Ma c’è anche una ragione pratica: finché la pandemia infuria, il virus può subire mutazioni pericolose che possono “minare anche la campagna di vaccinazione di maggiore successo”.

Financialounge - Telegram