In Italia il fisco pesa molto su famiglie e individui, poco sulle imprese

Pressione fiscale
di Gaia Terzulli 26 Gennaio 2021 - 11:09

A dirlo è Gian Paolo Oneto dell’ISTAT. Le imposte sui redditi delle imprese si fermano al 4,6%, 20 punti in meno rispetto a quelle su singoli e nuclei familiari

Il sistema fiscale italiano è “fortemente sbilanciatosu individui e famiglie, ma il trattamento riservato alle imprese è molto più soft.

LE IMPRESE ITALIANE TRA LE MENO TASSATE IN EUROPA

Lo sostiene il direttore generale dell’Istat, Gian Paolo Oneto, che durante un’audizione in Commissione Finanze alla Camera dei Deputati, ha ricordato come, nei confronti delle imprese, l’Italia sia “il terzo Paese per imposizione fiscale più bassa dopo Estonia e Lettonia”.

UN GAP DI 20 PUNTI TRA FAMIGLIE E IMPRESE

Mentre “le imposte sui redditi di individui e famiglie pesano per il 27,5% delle entrate locali, quelle sui redditi delle imprese si fermano al 4,6%”, spiega Oneto. “Questo sbilanciamento è condiviso con la totalità dei Paesi europei – eccetto Cipro – ma un gap superiore a 20 punti si registra, oltre che in Italia, solo in Danimarca, Finlandia, Svezia e Lettonia”.

Financialounge - Telegram