Si chiamerà “Diem Dollar” la valuta digitale di Facebook

Sarà una stablecoin
di Matia Venini 7 Dicembre 2020 - 11:29

Dopo il fallimento di Libra, la società di Zuckerberg ci riprova, sperando di ottenere il via libera dalle autorità di regolamentazione

Facebook ci riprova con le criptovalute: dopo il fallimento di Libra, lanciata nel 2019, ecco Diem. Con questo nuovo nome il social network spera di riuscire a convincere le autorità di regolamentazione, che avevano bloccato il progetto precedente preoccupati da spettri di instabilità finanziaria, erosione del controllo della politica monetaria, rischi per la privacy e scandali di riciclaggio di denaro. Secondo quanto riportato da Bloomberg, a differenza di Libra Diem sarà una stablecoin, sarà cioè ancorata a una risorsa esterna legata al dollaro statunitense.

NUOVI PARTNER

Ai tempi del lancio, Libra aveva sostenitori come PayPal e Visa, che si sono sfilati dopo le preoccupazioni sorte tra le autorità di regolamentazione. Con il nuovo nome Facebook ha già attirato partner quali Spotify, Lyft e Uber e spera di ottenere il via libera, sia degli enti regolatori statunitensi sia dall’autorità di supervisione dei mercati della Svizzera, dove la neonata realtà ha sede. La società di Zuckerberg ha già cominciato a sbarazzarsi del vecchio marchio: il portafoglio digitale, il sistema di pagamenti connesso all’uso della criptovaluta dalle varie app del gruppo, da maggio ha cambiato il nome da Calibra a Novi Financial.

DIEM ASSOCIATION

Il nuovo gruppo si chiamerà Diem Association, con la controllata Diem Networks che fungerà da operatore del sistema di pagamento. La criptovaluta prenderà il nome di Diem Dollar. La neonata realtà conta al momento 27 membri, tra cui ovviamente Facebook e la stessa Novi Financial, e anche se non punta ad arrivare ai 100 come intendeva fare Libra, mira comunque a espandersi.

PRO E CONTRO

Se è vero che il rilancio della criptovaluta di casa Facebook arriva in un clima di rinnovato interesse per le valute digitali, con la più nota, il Bitcoin, cresciuta del 170% dall’inizio del 2020, è anche vero, come sottolinea Bloomberg, che al momento c’è molta concorrenza nel mondo delle stablecoin, con realtà come Tether, USD Coin e Celo Dollar.

NON TROPPO FACEBOOK

Facebook conta oltre 2 miliardi di utenti e logicamente pensa di attirare clienti per Diem direttamente dal social network. Ma la criptovaluta punta molto anche sull’indipendenza dalla piattaforma madre e dal suo fondatore Mark Zuckerberg, da tempo nel mirino delle autorità per la gestione dei dati degli utenti e il controllo dei contenuti da loro pubblicati.

Financialounge - Telegram