Continua a crescere la raccolta dei fondi, nuovo record patrimonio a 2.336 miliardi

+15,1 mld nel III trimestre
di Redazione 19 Novembre 2020 - 12:17

In base alla mappa trimestrale di Assogestioni le gestioni collettive hanno chiuso i tre mesi a settembre con masse per 1.138,4 miliardi. Tra i fondi aperti, gli obbligazionari rafforzano il primato

Nuovo record storico per l’industria del risparmio gestito che totalizza una raccolta netta di 15,1 miliardi di euro nel terzo trimestre 2020, con il patrimonio che raggiunge i 2.336 miliardi di euro. I dati sono quelli diffusi dall’ufficio studi di Assogestioni. Il primo trimestre dell’anno è stato caratterizzato da un rallentamento causa Covid, il secondo ha registrato un buon recupero e, con il terzo, il saldo del sistema da inizio anno sale a 14,37 miliardi.

FONDI APERTI A QUOTA 1.074,2 MILIARDI

Le gestione collettive hanno chiuso i tre mesi a settembre con masse per 1.138,4 miliardi, pari al 48,7% del totale, da 1.104 miliardi a giugno (48,7%). I fondi aperti arrivano a 1.074,2 miliardi (46%) da 1.038,3 miliardi (45,8%), mentre le masse dei fondi chiusi ammontano a 64,2 miliardi (2,7%), da 65,7 miliardi (2,9%). Il patrimonio delle gestioni di portafoglio totalizza invece 1.197,2 miliardi (51,3%), da 1.161,6 miliardi a fine giugno (51,3%).

BENE LE GESTIONI DI PRODOTTI ASSICURATIVI

Buon risultato per le gestioni di prodotti assicurativi con masse per 803,4 miliardi (34,4%) da 778,8 miliardi (34,4%). Tra i fondi aperti, il primato resta agli obbligazionari, con un patrimonio gestito a 417 miliardi (38,8%), dai 403,4 miliardi a giugno (38,9%). Gli azionari aumentano il loro peso, a 253,6 miliardi (23,6%) da 233 miliardi (22,5%), mentre i flessibili scendono a 231 miliardi da 233 miliardi. I bilanciati crescono a 124,8 miliardi (11,6%) da 121,7 miliardi.

I FONDI MONETARI ED ESTERI

Il patrimonio in fondi monetari, infine, passa a 45,1 miliardi (4,2%) da 44,8 miliardi (4,3%). I fondi di diritto italiano nel loro insieme gestiscono a fine settembre un patrimonio di 233,7 miliardi, pari al 21,8% del totale, da 233,8 miliardi (22,5%) tre mesi prima. I fondi esteri totalizzano masse per 840,5 miliardi (78,2%) da 804,5 miliardi (77,5%).

IN EVIDENZA GENERALI

Guardando ai maggiori gestori, Generali registra nel trimestre una raccolta netta pari a +5 miliardi, con un patrimonio gestito di 536,8 miliardi, il 23,6% del totale. Saldo dei flussi a +2,9% miliardi e masse per 490,7 miliardi per Intesa Sanpaolo. Amundi ha segnato una raccolta netta di +358 milioni, com masse a fine trimestre per 192,8 miliardi. Anima Holding registra +408 milioni di sottoscrizioni nette, Poste +1,1 miliardi, Mediolanum segna una raccolta netta di +625 milioni, Schroders +1,24 miliardi. In evidenza Pictet Asset Management con +779 milioni di raccolta.

Financialounge - Telegram