Fissati i tassi minimi garantiti per il nuovo Btp Futura oggi al via

Cedole fino all’1%
di Fabrizio Arnhold 9 Novembre 2020 - 8:50

Il Tesoro ha fissato i tassi cedolari minimi garantiti della seconda emissione del Btp Futura: si parte dallo 0,35% il primo anno. La prima emissione aveva superato i 6 miliardi di euro

Fino all’1% dal settimo all’ottavo anno. Il Tesoro ha definito il serie di tassi cedolari minimi garantiti della seconda emissione del Btp Futura, in programma dal 9 al 13 novembre, salvo chiusura anticipata. Si parta da una tasso dello 0,35% dal primo al terzo anno.

LA SEQUENZA DI TASSI

La sequenza, fa sapere il ministero dell’Economia, prevede un tasso dello 0,35% dal primo al terzo anno, un tasso dello 0,60% dal quarto al sesto anno e dell’1% dal settimo all’ottavo anno. I tassi definitivi verranno annunciati al termine del collocamento e, in ogni caso, non potranno essere inferiori ai tassi cedolari minimi garantiti.

TASSI IN RIALZO

Il funzionamento del prossimo Btp Futura prevede che il tasso cedolare dei primi 3 anni resterà invariato, mentre in base alle condizioni di mercato potranno essere rivisti al rialzo solo i tassi successivi al primo. L’ultima emissione del Btp Futura, lo scorso luglio, si era conclusa con una raccolta di oltre 6 miliardi di euro.

SOLDI PER LA CRISI SANITARIA

I proventi del collocamento, precisa il Tesoro, saranno destinati interamente “a finanziare le diverse misure previste per il sostegno alle famiglie e la tutale dal lavoro, il rafforzamento del sistema sanitario nazionale e il sostegno alle imprese italiane per far fronte al perdurare della crisi derivante dall’epidemia da Covid-19”. Intanto oggi il Tesoro ha riacquistato in asta Btp per un ammontare complessivo di 4 miliardi di euro. Il buy back ha riguardato 298 milioni del Btp decennale indicizzato all’inflazione dell’area euro.

Financialounge - Telegram