Fidelity: eventuali nuove mosse della Bce a settembre o a dicembre

Politica monetaria
di Antonio Cardarelli 17 Luglio 2020 - 10:50

Anna Stupnytska commenta la riunione del board Bce, che per il momento non ha modificato tassi d’interesse e ammontare degli acquisti

Superata senza scossoni la riunione del board della Banca centrale europea, ora l’attenzione si sposta sul Recovery Fund e sul quadro finanziario pluriennale. Un meeting, quello di ieri della Bce, che ha rispettato le attese: “La Bce non ha annunciato nuove misure. La situazione dei mercati e dell’economia non richiede, al punto in cui siamo, nuove azioni. Tutte quelle intraprese fino ad oggi hanno contribuito a migliorare le condizioni finanziarie dal picco della crisi del mese di marzo”, commenta Anna Stupnytska, Global Macro Economist Fidelity International.

NUOVE AZIONI A SETTEMBRE O DICEMBRE

L’esperta rileva come l’emergenza sanitaria appaia sotto controllo con l’attività dell’area Euro che continua ad accelerare, anche se la cautela dei consumatori e la debolezza della domanda esterna rappresentano un ostacolo per la ripresa”. Le prossime mosse della Bce, fa notare Stupnytska, dipenderanno da come si evolverà la diffusione del virus e dall’efficacia degli interventi politici, anche se eventuali nuove azioni della Bce potrebbero essere intraprese a settembre o dicembre.

MODALITÀ WAIT AND SEE

“Mentre la BCE rimane in modalità “wait-and-see” – conclude Anna Stupnytska – l’attenzione si sposta sul Recovery Fund e sul quadro finanziario pluriennale. Il vertice di questa settimana potrebbe non portare ancora ad un accordo definitivo, ma qualsiasi progresso sulle questioni più controverse, tra cui la governance e la condizionalità, darebbero un segnale forte sulle prospettive di apertura del prossimo futuro”.