Bonus vacanze dal primo luglio, ecco come chiederlo

L'agevolazione
di Chiara Merico 29 Giugno 2020 - 9:37

Cosa devono fare strutture e cittadini per usufruire del bonus

A partire dal primo luglio sarà possibile richiedere il bonus vacanze: l’Agenzia delle Entrate ha infatti attivato il codice tributo relativo all’agevolazione, che è il 6915. Questo codice consentirà a tutte le strutture ricettive aderenti il recupero dello sconto fiscale effettuato nei confronti dei turisti fino a un ammontare del 20%, che potrà essere scaricato come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo.

PRENOTARE DIRETTAMENTE IN STRUTTURA O IN AGENZIA

La restante percentuale dell’80% rappresenta lo sconto immediato del bonus vacanze per il turista. Ci sono però alcune condizioni: il cittadino deve prenotare direttamente presso la struttura, senza passare da siti di prenotazione online, mentre è possibile rivolgersi agenzie di viaggio e tour operator.

RISPARMIO DA 150 A 500 EURO

Quanto si risparmia? Con il bonus un nucleo familiare formato da un solo componente potrà risparmiare fino a 150 euro: la cifra sale fino a 300 euro per le coppie e 500 euro per famiglie composte da tre persone o più.

COSA DEVE FARE IL TURISTA

In dettaglio, per accedere al bonus vacanze il turista deve anzitutto confermare la propria identità digitale, utilizzando il sistema Spid o la carta di identità elettronica. In seguito, il cittadino deve inserire il proprio Isee, che non deve superare i 40mila euro annui. Il passaggio successivo prevede di scaricare l’app Io Italia, con cui richiedere il bonus: in caso di esito positivo, l’app confermerà l’importo e genererà un codice univoco e un Qr code da comunicare alla struttura al momento del pagamento.

COSA DEVONO FARE LE STRUTTURE

Da parte loro, le strutture devono obbligatoriamente emettere fattura o documento commerciale: al momento del pagamento, gli esercenti devono verificare la validità del bonus tramite l’area riservata dell’Agenzia delle Entrate e attendere il successivo giorno lavorativo per fare la richiesta, tramite F24, per recuperare l’importo sotto forma di credito di imposta.