borsa

Nulla di fatto per ora all’Eurogruppo, Borse in negativo

Milano e le altre piazze europee aprono in calo dopo il rinvio a domani della riunione dei ministri delle Finanze dell’area euro, che devono decidere sulle misure di sostegno all’economia colpita dalle conseguenze della pandemia

di Chiara Merico 8 Aprile 2020 09:17

financialounge -  borsa Borse europee coronavirus eurobond Eurogruppo FTSE Mib Mes spread
Borse europee in flessione dopo la fumata nera all’Eurogruppo sulle misure di sostegno all’economia europea: il coordinamento dei ministri delle Finanze dell’area euro ha annunciato il rinvio della riunione a giovedì. Milano ha aperto con il Ftse Mib in calo dell’1,15%; ribassi contenuti anche sulle altre piazze del Vecchio continente, con Londra che ha segnato in avvio un calo dell’1,40%, Parigi un ribasso dello 0,92% e Francoforte dello 0,53%.

SPREAD IN RISALITA


Lo spread tra Btp e Bund tedeschi schizza di oltre 10 punti in apertura dopo la decisione dell’Eurogruppo di rinviare la riunione a domani: finora i ministri non sono infatti riusciti a trovare un accordo sugli strumenti anti-coronavirus. Il differenziale ha aperto a 206 punti base (dai 192 di ieri sera), con un tasso di rendimento del decennale italiano dell’1,65%.

NORD E SUD EUROPA, SCONTRO SU MES ED EUROBOND


"Il lavoro verso una risposta economica ambiziosa al coronavirus è ben avviato ma non ci siamo ancora", aveva spiegato il portavoce dell’Eurogruppo ieri sera, al termine di una lunga giornata di negoziati che andranno avanti ormai ad oltranza. Per approvare il "pacchetto economico più ambizioso di sempre", come l’ha definito il presidente Mario Centeno, c’è bisogno di accontentare le diverse anime dell’Eurogruppo, con i Paesi del Nord che invocano il Mes e quelli del Sud che puntano invece sugli eurobond.

Mercati in attesa di buone notizie: pronti a rimbalzare con una frenata dei contagi


Mercati in attesa di buone notizie: pronti a rimbalzare con una frenata dei contagi






TOKYO IN RIALZO


Per quanto riguarda le Borse asiatiche, Tokyo ha chiuso in rialzo del 2,1%. In generale gli investitori sembrano vedere la luce in fondo al tunnel, ora che il blocco delle attività imposto dalle autorità in tutto il mondo per arginare il contagio da coronavirus inizia a far sentire i suoi effetti: dai minimi di metà marzo l’indice Stoxx Europe 600 ha recuperato il 14% mentre il Ftse Mib ha recuperato il 16%.

Trending