Warning: imagecreatefromjpeg(/var/www/production.financialounge.com/wp-content/uploads/2020/01/Amazon.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /var/www/production.financialounge.com/wp-content/themes/twentytwentyone-financialounge/components/commons/utilities.php on line 97

Warning: imagewebp() expects parameter 1 to be resource, bool given in /var/www/production.financialounge.com/wp-content/themes/twentytwentyone-financialounge/components/commons/utilities.php on line 103

Warning: imagecreatefromjpeg(/var/www/production.financialounge.com/wp-content/uploads/2020/01/Amazon-1024x683.jpg): failed to open stream: No such file or directory in /var/www/production.financialounge.com/wp-content/themes/twentytwentyone-financialounge/components/commons/utilities.php on line 97

Warning: imagewebp() expects parameter 1 to be resource, bool given in /var/www/production.financialounge.com/wp-content/themes/twentytwentyone-financialounge/components/commons/utilities.php on line 103

Amazon

Amazon pigliatutto, ora diventa anche editore

Negli Usa Bezos ha firmato contratti con alcuni dei più noti scrittori di bestseller. E le grandi case editrici rischiano di farsi sottrarre importanti quote di mercato

di Chiara Merico 21 Gennaio 2020 11:06
financialounge -  Amazon Dean Koontz HarperCollins Publishers Patricia Cornwell Penguin Random House Simon & Schuster
financialounge -  Amazon Dean Koontz HarperCollins Publishers Patricia Cornwell Penguin Random House Simon & Schuster

Il futuro di Amazon passa sempre di più dalla produzione di contenuti: dopo essere sbarcato in grande stile nei video con Prime, il gigante dell’ecommerce sta rivoluzionando anche il settore dell’editoria. In che modo? Pubblicando in prima persona i titoli, una mossa che sta creando non poche preoccupazioni tra gli editori “tradizionali”.

POTENZIALI BESTSELLER


E si tratta di potenziali bestseller, come quelli di Dean Koontz: come rivela il Wall Street Journal lo scrittore, uno dei più noti autori statunitensi, alla scadenza del suo contratto ha resistito al corteggiamento dei più grandi editori tradizionali e ha scelto Amazon.

MAI PIU’ IN LIBRERIA


Una mossa che ha lasciato sorpresi molti osservatori, perché significa che i nuovi titoli di Koontz non saranno più disponibili nelle librerie retail, che generalmente boicottano i libri pubblicati da Amazon. Ma lo scrittore, come altri suoi colleghi, ha deciso di puntare le sue carte sulla capacità di Amazon di raggiungere un vasto pubblico di lettori, vendendo libri sia in formato fisico che digitale.

UN RISCHIO DA CORRERE


“Probabilmente (i miei testi, ndr) non saranno disponibili in qualche libreria o non entreranno nella lista dei best seller del New York Times, ma ho deciso di correre questo rischio e sono convinto che venderò più libri nei vari formati”, ha spiegato lo scrittore al Wsj.

Amazon pronta al debutto nell’alta moda


Amazon pronta al debutto nell’alta moda






MINACCIA CONCRETA


Amazon domina il mercato retail dei libri in Usa, con oltre la metà dei nuovi libri venduti in ottobre che sono transitati dal suo canale, ma sta rafforzando la sua posizione come editore. E in quest’ottica i contratti con autori del calibro di Koontz rendono Amazon una minaccia sempre più concreta per i grandi nomi dell’editoria tradizionale, come Penguin Random House, controllata dalla tedesca Bertelsmann, Simon & Schuster di ViacomCBS e HarperCollins Publishers, che è controllata dalla News Corp.

PATRICIA CORNWELL


Koontz, che ha al suo attivo oltre 100 titoli, non è l’unico autore di primo piano a pubblicare con Amazon. Nel 2018 Patricia Cornwell ha firmato un accordo con la società di Bezos per due libri: il primo romanzo, Quantum, è uscito lo scorso ottobre e ha registrato un gran numero di download, nonostante recensioni non proprio positive.

Amazon si fa il motocarro per le consegne, a provarlo è Jeff Bezos


Amazon si fa il motocarro per le consegne, a provarlo è Jeff Bezos






CONDIZIONI ATTRAENTI


Per attrarre i grandi nomi Amazon offre sostanziosi compensi, oltre alla sua potentissima piattaforma di ecommerce e a strumenti di marketing particolarmente efficienti per promuovere le vendite dei loro titoli. Si tratta di un pacchetto attraente, anche per autori affermati che hanno visto le vendite dei loro titoli calare, ma ancora credono di avere qualcosa da dire.

RELAZIONI CON GLI SCRITTORI


Come ha spiegato Jeff Belle, vicepresidente di Amazon Publishing, “non andiamo a caccia dei grandi nomi, ma stiamo coltivando relazioni con gli scrittori, e paghiamo volentieri cifre consistenti per contenuti di qualità”.

DUBBI ANTITRUST


Qualche perplessità è stata avanzata sul fronte dell’antitrust, per il fatto che Amazon è allo stesso tempo editore e distributore, ma secondo vari esperti il doppio ruolo non rappresenterebbe un problema, visto che le leggi sono sempre a tutela del consumatore e Amazon garantisce prezzi molto bassi. Tuttavia, si potrebbe configurare una violazione nel momento in cui la piattaforma praticasse condizioni più vantaggiose per i titoli editi da Amazon rispetto agli altri. Di certo anche il mercato dei libri è destinato a cambiare pelle, ancora una volta a opera di Bezos.
Trending