Fidelity, da gennaio roadshow con compleanno

Cosmo Schinaia
di Chiara Merico 16 Dicembre 2019 - 14:49

Prenderà il via il prossimo 9 gennaio da Parma l’edizione invernale del Fidelity Roadshow, che quest’anno toccherà 21 città italiane e celebrerà il ventesimo anniversario della presenza di Fidelity International in Italia

Un viaggio in 21 tappe, che toccheranno altrettante città italiane, per celebrare con i professionisti del risparmio il ventesimo anniversario della presenza di Fidelity International in Italia. L’edizione invernale del Fidelity Roadshow prenderà il via il prossimo 9 gennaio da Parma.

LE TAPPE

Le altre tappe sono le seguenti: 14 gennaio a Milano, 16 gennaio a Roma, 20 gennaio a Udine, 21 gennaio a Padova, 22 gennaio a Bologna, 23 gennaio a Torino. Il roadshow proseguirà poi il 27 gennaio a Bergamo, il 28 a Brescia, il 29 a Verona, il 30 a Napoli e il 31 a Salerno. Nel mese di febbraio Fidelity farà tappa l’11 a Genova, il 12 a Viareggio, il 13 a Firenze, il 14 a Monza, il 18 a Rimini, il 19 ad Ancona e a Palermo, per concludere il 20 febbraio con gli appuntamenti di Bari e Catania.

COME INVESTIRE NEL 2020

Obiettivo del nuovo ciclo di incontri è presentare ai professionisti della consulenza di tutta Italia le principali tematiche che guideranno le scelte degli investitori nel 2020, offrendo idee e strumenti per fronteggiare al meglio il nuovo anno. Ma si parlerà anche di pensioni e di ricerca di income, temi ormai non più rinviabili per gli investitori italiani.

TEMI NON RINVIABILI

“Il contesto economico, storico, sociale e politico attuale richiama l’industria del risparmio gestito e gli investitori ad affrontare temi che ormai non è più possibile rinviare”, ha commentato Cosmo Schinaia, country head Italia di Fidelity International. “L’aspettativa di vita è sempre più lunga, gli stili di vita sono differenti rispetto a quelle delle generazioni precedenti, ma soprattutto non vi sono più politiche di welfare in grado di rispondere alle esigenze della nuova silver age e delle generazioni future. È necessario che i risparmiatori prendano consapevolezza dell’importanza di una pianificazione finanziaria che permetta loro di raggiungere i propri obiettivi, qualunque essi siano”.

UN ANNO MIGLIORE?

“Il 2020 sembra avviarsi a essere un anno addirittura migliore del 2019 per l’economia”, ha aggiunto Donatella Principe, director market and distribution strategy di Fidelity International. “Il proseguimento di politiche accomodanti da parte delle banche centrali mondiali, il miglioramento del mercato del lavoro e un ritorno degli utili dovrebbero essere sufficienti a impedire una recessione delle principali economie. Rimangono, tuttavia, sul tavolo una serie di questioni irrisolte, come la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e nel contesto di un anno elettorale in America. Ma il vero punto di attenzione per il 2020 dovrà essere l’andamento dell’inflazione, unico vero fattore in grado di mettere in discussione un quadro altrimenti positivo per l’economia e i mercati finanziari”.

INVESTIMENTI DI LUNGO PERIODO

In uno scenario in cui le sfide dei mercati si moltiplicano e i rendimenti delle classi più tradizionali tendono ormai al negativo, Fidelity vuole proporre un approccio focalizzato sugli obiettivi di investimento primari dei risparmiatori e sul concetto di investimenti di lungo periodo.