economia usa

Economia USA, attesa una crescita degli occupati ma il focus è sui salari

A giugno l’indice ISM del settore manifatturiero è salito ancora: venerdì il tasso di disoccupazione e la crescita salariale diranno qual è il grado di salute dell’economia USA.

4 Luglio 2018 09:53

Settimana con importanti appuntamenti per approfondire meglio lo stato di salute dell’economia americana. Lunedi è stato reso noto l’indice ISM del settore manifatturiero statunitense che si è attestato a giugno al secondo livello più alto dal 2009: 60,2 punti in rialzo rispetto ai 58,7 punti di maggio.

SOPRA 50 PUNTI C’È ESPANSIONE


Va ricordato che un dato al di sopra dei 50 punti indica che il numero delle aziende che hanno registrato una crescita nella propria attività economica è superiore a quello delle imprese che hanno accusato un calo.

MOLTO POSITIVO L’INDICE DELLA PRODUZIONE


Molto positivo anche l’indice della produzione che si è posizionato a 62,3 punti (+0,8 punti) mentre l’indice dei nuovi ordini, sebbene sia arretrato di 0,2 punti (da 63,7 a 63,5), staziona comunque su livelli elevati. Le attese per l’indice ISM manifatturiero del mese di giugno erano per un calo della fiducia delle imprese che avrebbe dovuto scendere intorno ai 58 punti: una soglia che, sebbene in calo, sarebbe stata comunque un livello sostenuto.

La curva amica dei tassi americani


La curva amica dei tassi americani





I NUOVI ORDINATIVI NON DELUDONO


Inoltre, alla luce delle crescenti tensioni commerciali, era tenuto sotto stretta osservazione l’andamento della componente relativa ai nuovi ordinativi che si temeva potesse accusare una battuta d’arresto che non solo non c’è stata ma che ha visto un marginale rialzo. Da notare poi che l’indice sui tempi di consegna dei fornitori ha stabilito il primato degli ultimi 14 anni. In calo, invece, l’indice PMI dell’occupazione (da 56,3 a 56 punti).

VENERDI’ ATTESI 190MILA NUOVI POSTI DI LAVORO


Proprio quest’ultimo dato apre un ultimo importante interrogativo che sarà svelato nella giornata di venerdì, quando saranno diffusi i dati sul mercato del lavoro statunitense.
“Ci attendiamo che i nuovi occupati registrino un incremento nell’ordine delle 190mila unità, al di sopra della media degli ultimi tre mesi, e che il tasso di disoccupazione si mantenga al 3,8%” fanno sapere gli esperti di Euromobiliare Asset Management AM Sgr.

Radar del 2 luglio 2018


Radar del 2 luglio 2018





FOCUS SULLA CRESCITA SALARIALE


Secondo i quali, l’attenzione degli investitori resterà concentrata sulla crescita salariale che dovrebbe confermare il trend in atto di graduale aumento e portarsi al 2.8%. “L’attuale contesto di piena occupazione e robusta crescita economica sostiene anche in prospettiva una più vivace dinamica dei salari” è la conclusione dei professionisti di Euromobiliare AM.
Trending