Amit Kumar

Mercato azionario, adesso sono necessarie solide capacità di selezione dei titoli

Tramite investimenti long-short concentrati è possibile conseguire rendimenti assoluti durante il passaggio di testimone dalla politica monetaria a quella fiscale.

6 Settembre 2017 - 7:36
financialounge - news
financialounge - news

Dopo le elezioni statunitensi l’attenzione degli investitori si è spostata dalla politica monetaria a quella fiscale. Inoltre, i mercati ritengono che l’amministrazione Trump sia tra le più favorevoli alle imprese degli ultimi anni. Tuttavia, gli scorsi mesi alla Casa Bianca hanno sollevato diversi dubbi sulla capacità del presidente di implementare le promesse elettorali confermando che, in futuro, tra le società statunitensi ci saranno vincenti e perdenti.

Sul fronte monetario, la Federal Reserve, che negli anni successivi alla crisi finanziaria ha quasi quintuplicato il proprio bilancio, ha manifestato l’intenzione di ridurre il proprio indebitamento il che comporta implicazioni per il mercato vista la chiara correlazione tra riduzione del bilancio e correzioni delle quotazioni dei titoli.

Con il passaggio del testimone dalla politica monetaria a quella fiscale, la volatilità continuerà a essere tenuta bassa? Gli investitori potrebbero essere colti impreparati da possibili sorprese negative? “In questo contesto i portafogli azionari long/short dovrebbero registrare buone performance, poiché i loro gestori sono in grado di affrontare la volatilità modificando in modo dinamico l’esposizione agli investimenti azionari” specificano Amit Kumar e Ashish Kochar, Gestori azionario USA di Columbia Threadneedle Investments, secondo i quali tali portafogli possono beneficiare in misura maggiore dell’andamento divergente delle società, il che offre migliori opportunità in termini di selezione dei titoli basata sui fondamentali.

I gestori possono infatti investire non solo in titoli a loro avviso destinati a registrare rialzi, ma anche ‘allo scoperto’ in quelli che probabilmente subiranno ribassi.

“Noi di Columbia Threadneedle Investments crediamo che una strategia orientata al rendimento assoluto con un portafoglio long/short di titoli azionari statunitensi potrebbe essere appetibile per gli investitori che puntano a ottenere una minore volatilità e rendimenti costanti” riferiscono Amit Kumar e Ashish Kochar che, tuttavia, sottolineano un aspetto fondamentale: “Riteniamo che per trasformare queste opportunità in rendimenti solidi siano necessarie notevoli competenze nella selezione dei titoli basata sulla ricerca fondamentale”.

Nel gestire il portafoglio long/short di azioni statunitensi, i due manager puntano a sfruttare la volatilità del mercato detenendo posizioni long in società che dovrebbero registrare brillanti risultati nel lungo periodo e mantenendo invece un posizionamento short (ribassista) su società che dovrebbero incontrare difficoltà. Ma, a differenza di molti dei loro concorrenti, Amit Kumar e Ashish Kochar non investono in strumenti derivati complessi.

“Preferiamo avvalerci dell’esperienza e del rigore del nostro team nonché delle ampie risorse e del solido quadro di gestione del rischio di Columbia Threadneedle Investments per creare alfa (extra rendimento rispetto alla media di mercato). L’efficace abbinamento della selezione dei titoli di tipo bottom-up basata sui fondamentali con l’analisi di tipo top-down (basata sui dati macro economici), unito a una rigorosa disciplina di acquisto/vendita, ci aiuta a conseguire elevati rendimenti corretti per il rischio” fanno sapere i due manager che, al momento, detengono circa 40 posizioni long e 40 posizioni short: nel momento in cui il mercato recupera terreno, riducono le posizioni short e generano rendimenti grazie alle esposizioni long.

“Il nostro portafoglio long comprende quattro segmenti distinti: titoli value e growth core, titoli growth ciclici, situazioni speciali (ad esempio di società in fase di ristrutturazione o oggetto di fusione) e opportunità basate su catalizzatori (ad esempio aziende che prevedono di lanciare nuovi prodotti)” rivelano infine Amit Kumar e Ashish Kochar, il cui portafoglio short contiene invece posizioni short strutturali, opportunità basate su catalizzatori e valore relativo/pair trading.
Trending