Matt Benkendorf

Crescita di alta qualità a quotazioni ragionevoli

11 Giugno 2015 10:47
financialounge -  Matt Benkendorf mercati azionari quality growth
financialounge -  Matt Benkendorf mercati azionari quality growth
Tra le expertise particolari che Vontobel Asset Management può vantare ce n’è una focalizzata sui titoli delle aziende leader, su scala mondiale o con focus regionale, con una valutazione ragionevole. È quella che fa capo alla sua boutique «Quality Growth Equities»con sede a New York, che da oltre 25 anni investe in azioni di imprese leader a livello internazionale. In questa intervista esclusiva a FinanciaLounge, Matt Benkendorf, Lead Portfolio Manager US Equity Strategy spiega gli elementi distintivi di questa expertise e le ragioni in base alle quali questo approccio può essere interessante, soprattutto in questa fase dei mercati finanziari.

Che cosa intende esattamente Vontobel AM con "Quality Growth Equities"?

Il nostro approccio all'investimento può essere definito «Crescita di alta qualità a prezzi ragionevoli». La nostra gestione è basata sulla convinzione che nel lungo termine, una crescita stabile e sostenibile degli utili spinge i rendimenti degli investimenti permettendo di registrare extra rendimenti, corretti per il rischio, rispetto al mercato. Questo è possibile identificando e valutando le aziende di alta qualità i cui prezzi possono crescere generando guadagni più veloci rispetto al mercato su una base sostenibile. Il focus di questo approccio consiste nello scoprire le imprese che incorporano solidi vantaggi competitivi e di avere la pazienza di tenerle per il lungo termine. Un’altra chiave di gestione è quella di preservare il capitale durante le fasi di ribasso dei mercati e l'investimento in marchi di alta qualità è in grado di fornire protezione al ribasso.

Qual è l'esperienza che Vontobel AM può vantare in questo particolare segmento del mercato azionario?

Riteniamo di poter vantare un approccio distintivo e disciplinato alla gestione azionari attiva non vincolata da benchmark. Il nostro track record nella gestione di titoli USA risale al 1991 e da allora abbiamo realizzato rendimenti solidi, stabili e coerenti per i clienti con un livello inferiore di volatilità rispetto a quella dell'indice. Crediamo che un team di investimento esperto e stabile che è allineato ai sottoscrittori di fondi è fondamentale per fornire valore a lungo termine per i clienti. Siamo orgogliosi di aver avuto grande continuità di leadership e un basso livello di turnover in Vontobel. Il nostro CIO Rajiv Jain è in Vontobel dal 1994, Ed Walczak, vicegestore di portafoglio della nostra strategia di US Equity lo è dal 1988, mentre io sono qui dal 1999: l'intera squadra dei 27 professionisti vanta in media 22anni di esperienza di investimento.

Come vengono inseriti i titoli nel portafoglio? 

Ci concentriamo sulle imprese che presentano un business relativamente semplice e stabile ed evitiamo le aziende soggette a rapidi cambiamenti: le società incluse nel nostro portafoglio hanno soprattutto connotati di prevedibilità e sostenibilità. Relativamente allo screening sulla prevedibilità, ci concentriamo sulla conoscenza approfondita delle caratteristiche economiche a lungo termine del business dell’azienda: l’esistenza e la difendibilità del marchio, la persistenza dell’attività negli anni, una bassa richiesta di nuovi capitali, la coerenza della strategia di business e l'orientamento del management verso gli azionisti. Anche l'aspetto della sostenibilità è altrettanto importante perché dobbiamo prevedere, per le aziende del nostro portafoglio, che siano in grado di replicare o superare il successo passato che, a sua volta, si misura nella capacità delle imprese nel sostenere i vantaggi di marchio e crescita, sostenere i margini operativi, mantenere un elevato rendimento delle attività con un limitato ricorso alla leva finanziaria, così come la capacità di sostenere un alto rendimento del capitale anche in presenza di una crescita del capitale di base o dopo un aumento del capitale proprio.

Quando, invece,una posizione in portafoglio viene liquidata? 

La nostra disciplina di vendita è guidata dalla stima del valore del business che permette di ricavare il nostro target price. Sul versante positivo, ovvero nel caso in cui l’investimento nel titolo ci sta facendo guadagnare, cominciamo a liquidare la posizione se il prezzo si avvicina al nostro prezzo obiettivo e si stanno esaurendo (o si sono già esaurite) ulteriori potenzialità di rialzo. Sul versante negativo, la nostra ipotesi di vendita si basa sul nostro prezzo di acquisto che viene confrontato il nostro calcolo del valore fondamentale di business e del prezzo teorico del titolo. Una caduta della quotazione del titolo a livelli al di sotto del nostro livello di entrata può indicare errori nella nostra valutazione del valore di business della società e innesca una revisione del nostro processo di investimento che può tradursi in una successiva vendita di posizione completamente o eventuale acquisto di ulteriore azioni. Più in generale, un titolo in portafoglio sarà venduto o ridotto per una delle seguenti ragioni:

• il prezzo obiettivo è stato raggiunto;
• deterioramento dei fondamentali;
• trasformazione a seguito di attività di M&A;
• considerazioni di portafoglio;
• è stata identificata una migliore opportunità di investimento.

Qual è il processo di controllo del rischio di portafoglio? 

Siamo piuttosto critici sui concetti di investimento che equiparano il rischio con il beta di mercato e altre statistiche relative alla volatilità: questi numeri sono calcolati da movimenti di prezzo relativi al passato mentre noi pensiamo che il rischio comporta incertezza per il futuro. Crediamo che la maggior parte del rischio di un'azienda coincida con il rischio di business rispetto al rischio di mercato. Quindi, cerchiamo di controllare il rischio di business, concentrando le nostre partecipazioni in portafoglio sulle imprese di alta qualità, che sono caratterizzate da stabilità, prevedibilità e sostenibilità a prezzi ragionevoli. Definiamo rischio la possibilità di perdita permanente di capitale investito ed è soprattutto per questo che limitiamo il portafoglio aduna lista concentrata di società che conosciamo molto bene.

Perché questo approccio può essere interessante, soprattutto in questa fase dei mercati finanziari? 

Usiamo un approccio disciplinato agli investimenti che ci permette di mantenere uno stile di investimento coerente capace di fornire prestazioni prevedibili, permettendo ai nostri clienti di capire come la nostra strategia si comporta attraverso l’intero ciclo economico.
Trending