Asia

Capodanno cinese, al via un anno ricco di opportunità

20 Febbraio 2015 - 9:11
financialounge - news
financialounge - news
I settori del legname, dell’olio di palma, e della gomma (per l’elemento Legno), e quelli bancario e finanziario, del ferro, dell’acciaio, e della gioielleria (per l’elemento Metallo); ma anche i comparti della ristorazione, delle centrali elettriche, e dell’elettronica (relativamente all’elemento Fuoco) e l’immobiliare e l’agricoltura (per l’elemento Terra). Non sappiamo quanti credano nell’oroscopo cinese, ma per tutti coloro che, in qualche modo, lo seguono, il 19 febbraio scorso si è celebrato il capodanno cinese.
Si è così aperto l’Anno della Capra che, secondo alcuni esperti di astrologia cinese, favorirebbe per l’appunto quattro elementi: Legno, Metallo, Fuoco e Terra. Fuor di metafora e lungi dalle considerazioni di natura astrologica, Jing Ning, Gestore di FF China Focus Fund non crede che il rally del mercato cinese sia finito.

“Per gli investitori che come me si focalizzano sull’individuazione di aziende sottovalutate o con valutazioni particolarmente interessanti, il mercato offre attualmente numerose opportunità, anche se il sentiment potrebbe essere incostante nei prossimi mesi, incoraggiato da notizie strutturali positive ma penalizzato da notizie negative in aree cicliche. Lo sviluppo del mercato A-Share e la realizzazione di riforme e investimenti saranno indubbiamente fattori trainanti per il mercato azionario cinese” ha dichiarato Jing Ning, mentre Raymond Ma, Gestore di FF China Consumer Fund ha aggiunto: “Ravviso numerose opportunità di crescita strutturale nei segmenti rivolti al consumo cinese tra cui società di e-commerce, compagnie assicurative e broker favoriti dalle riforme finanziarie, imprese legate al nuovo tema della protezione ambientale e imprese di servizi correlati ai consumi che traggono vantaggio dall'evoluzione dello stile di vita e dal costante aumento della spesa discrezionale”.

È quindi positiva la view dei gestori Fidelity Worldwide Investment specializzati sulla Cina. D’altra parte, grazie all’esperienza maturata in oltre 45 anni e all’ampia struttura di ricerca proprietaria in loco, Fidelity Worldwide Investment è riconosciuta anche in Italia come casa leader nell’ambito degli investimenti azionari e obbligazionari in Asia e in particolare in Cina.
“Abbiamo infatti saputo dimostrare di saper creare valore nel tempo, ottenendo rendimenti molto interessanti anche in contesti non univocamente positivi, grazie all’attenta selezione dei migliori titoli supportati dai trend più promettenti. Per chi ricerca la crescita del capitale nel medio-lungo periodo o per chi vuole aumentare la diversificazione di portafogli orientati al reddito, la Cina può essere una terra di grandi opportunità” sottolinea Francesca Martignoni, Country Head per l’Italia di Fidelity Worldwide Investment, casa d’investimento le cui scelte degli investimenti adottano un approccio basato sulla ricerca capace di capitalizzare alcuni importanti cambiamenti che interesseranno l’economia e il mercato cinesi nei prossimi 12 mesi.

Nonostante le sfide che Pechino sta affrontando, nel contesto attuale si possono individuare alcuni influenti trend che caratterizzeranno i mesi a venire.

1) L'agenda di riforme in Cina continua il suo corso, offrendo opportunità in numerosi settori:
- le modifiche introdotte alla politica del figlio unico potrebbero accrescere il tasso di natalità, diventando un tema d'investimento pluriennale. Secondo le stime, questo cambiamento si tradurrà in 9,5 milioni di nuove nascite l'anno. Lo scopo è contrastare il crescente invecchiamento demografico e la conseguente contrazione della forza lavoro. La spesa relativa ai prodotti per l'infanzia (latte in polvere, giocattoli e pannolini) e in altri settori correlati come generi alimentari, abbigliamento, sanità e istruzione potrebbe, quindi, registrare una crescita sostenuta nei prossimi anni, grazie alle riforme recentemente introdotte;
- per accelerare lo sviluppo del comparto assicurativo, già supportato dall'aumento della ricchezza e della domanda, il Consiglio di Stato ha emanato nuove linee guida e introdotto sgravi fiscali per le polizze sanitarie e i vitalizi.

2) La crescita dei consumi, che deriva dall’impegno del Governo e da fenomeni quali l’urbanizzazione e lo sviluppo della classe media, influisce in modo significativo su diversi settori. Nel corso del 2015, ad esempio, crescerà ulteriormente la propensione a viaggiare dei cittadini cinesi, che spenderanno miliardi di dollari in biglietti aerei, hotel, intrattenimenti e beni di consumo in tutto il mondo:
- in Cina sono previsti 2,8 miliardi di spostamenti nel mese che inaugura il nuovo anno, dei quali 2,42 miliardi su strada, 295 milioni in treno e 47,5 milioni in aereo;
- lo scorso anno il turismo cinese diretto all'estero ha toccato la cifra record di 109 milioni di viaggiatori, per una spesa di circa 130 miliardi di dollari. Nell'Anno della Capra, iniziato il 19 febbraio 2015, questo record potrebbe essere superato grazie a fattori come l'aumento dei salari, le minori restrizioni sui visti, il boom delle compagnie aeree low-cost e il desiderio di vedere il mondo, di fare shopping e di rilassarsi.

3) L'estensione del programma Stock Connect alla Borsa di Shenzhen e la prospettata inclusione delle A-Share negli indici MSCI sono fattori che potrebbero innescare un nuovo rally di questa tipologia di titoli:
- nel mercato cinese le prospettive del comparto A-Share restano incoraggianti grazie a valutazioni convenienti, soprattutto considerando gli elevati flussi di cassa disponibili e i buoni rendimenti associati a questi titoli; - il mercato A-Share, che lo scorso anno ha registrato un rialzo del 53%, è costituito per l'80% da investitori retail ed è, quindi, più esposto a ondate improvvise di volatilità. Come in gran parte dei mercati, l'aumento della volatilità porterà, però, con sé anche l’opportunità di investire nei migliori titoli a valutazioni particolarmente interessanti;
- l'apertura agli investitori stranieri potrebbe fungere da catalizzatore per lo sviluppo del mercato A-Share nel prossimo futuro, un’area nella quale Fidelity ravvisa numerose opportunità sottovalutate;
- anche il mercato delle obbligazioni RMB (CNH), già oggi particolarmente interessante ed efficiente in un’ottica rischio/rendimento, potrebbe beneficiare della progressiva apertura del mercato cinese agli investitori internazionali. Il segmento delle obbligazioni di elevata qualità offre nel contesto attuale le migliori opportunità.

Come dire che se per la scelta degli investimenti, invece di affidarsi agli astri e ai simpatici animali dello zodiaco cinese, si predilige un approccio basato sulla ricerca, i gestori specializzati di Fidelity sanno dove trovare valore e opportunità nei prossimi 12 mesi.
Trending