Alibaba

Alibaba, l’enigma del prezzo per l’IPO USA più grande di sempre

2 Settembre 2014 15:30
financialounge -  Alibaba IPO mercati azionari NYSE USA
financialounge -  Alibaba IPO mercati azionari NYSE USA
In base alle ultime informazioni Alibaba Group Holding, il gigante dell’e-commerce cinese, dovrebbe iniziare il roadshow per la presentazione dell'IPO per la quotazione al New York Stock Exchange (NYSE) l’8 settembre con la fissazione del prezzo di collocamento giovedi 18 e prima quotazione sul listino il giorno successivo.

Il roadshow, secondo una fonte con conoscenza della materia che ha preferito rimanere anonima vista la delicatezza dell’argomento, differirà di una settimana in quanto il management della società e il consorzio bancario di collocamento sono state chiamati a rispondere alle domande poste dalla Securities and Exchange Commission (la SEC, l’omologa statunitense della Consob italiana).

Alibaba, con sede a Hangzhou, in Cina, è in trattative con la SEC per l'approvazione del regolamentazione del prospetto di quotazione che avrebbe dovuto avvenire originariamente in agosto: mentre Florence Shih, portavoce di Alibaba a Hong Kong, ha preferito non commentare la notizia sulle domande della Sec, Li Muzhi, analista con sede a Hong Kong presso Arete Research Service LLP, ritiene che non ci dovrebbero essere ostacoli per l'IPO e che si tratta di una normale operazione di verifica da parte della autorità di controllo del mercato USA. In attesa di conoscere se l’Ipo prenderà il via ufficialmente il prossimo 19 settembre, l’attenzione degli investitori è puntata sul prezzo di collocamento.

In base alle ultime stime, tenendo conto delle richieste di interesse internazionali raccolte dal consorzio di collocamento bancario, l’offerta dei titoli dovrebbe superare i 20 miliardi di dollari di controvalore diventando il più grande collocamento azionario nella storia degli Stati Uniti superando l’IPO di Visa che nel 2008 raccolse 19,65 miliardi di dollari. Ma, e questo è il fattore davvero importante per gli investitori, si ritiene che il prezzo di collocamento possa valorizzare Alibaba 154 miliardi di dollari, cioè il 22 per cento al di sotto delle ultime valutazioni medie degli analisti: gli intervistati in un recente sondaggio hanno infatti detto che Alibaba potrebbe arrivare ad una valutazione media-post quotazione di 198 miliardi di dollari.

Se queste previsioni saranno rispettate (sia per il prezzo di collocamento e sia per la valutazione post collocamento) si dovrebbe riuscire ad evitare il tracollo iniziale che registrò Facebook (-13% rispetto al prezzo di quotazione iniziale nella prima settimana sul listino) e ripetere, almeno in parte, il boom all’esordio di Twitter (+70% nel primo giorno di quotazione al NYSE).
Ma sono in molti a temere che possa non essere così: i risultati trimestrali estremamente positivi (1,99 miliardi di dollari di profitti nel secondo trimestre) potrebbero infatti invogliare le banche del consorzio di collocamento ad aumentare il prezzo iniziale.
Trending