Diversified Alpha Plus Fund

Diversified Alpha Plus Fund - 30 giugno 2014

14 Luglio 2014 09:30
financialounge -  Diversified Alpha Plus Fund
financialounge -  Diversified Alpha Plus Fund
1. L'idilliaco rally di tassi, carry e azioni è proseguito in larga misura anche grazie alle dichiarazioni rassicuranti di Janet Yellen, numero uno della Fed, che ha definito i dati sull'inflazione nazionale “un po' sbilanciati verso l'alto” ma, per il momento, solo “fastidiosi”. Questo atteggiamento inizia ad essere percepito al pari di un errore di politica monetaria: l'oro ha registrato un rialzo prossimo al 4%, il valore del dollaro ponderato in funzione degli scambi ha perso l'1% e i 10-Year inflation breakevens negli Stati Uniti si sono ampliati.

2. La revisione a ribasso dei dati sul PIL relativo al primo trimestre, nonché i dati deludenti sui consumi interni a maggio, hanno contribuito alla percezione di un indebolimento della crescita, deprimendo ulteriormente i tassi statunitensi. La nostra sensazione è che il quadro reale della crescita sia sostanzialmente più forte e che il miglioramento dei dati relativi al mercato del lavoro interno costringerà la Fed e i mercati a reddito fisso ad affrontare questo dato di fatto.

3. I dati di crescita dell'Eurozona hanno deluso, poiché dalle analisi condotte sulle PMI del settore manifatturiero emerge un ritmo di crescita più lento di quello precedentemente segnalato. I titoli azionari europei hanno sottoperformato segnando una perdita dell'1,3% (in euro) con i risultati peggiori sui mercati periferici, nonostante i dati di Spagna e Italia siano stati migliori del previsto. Le attività procicliche hanno sottoperformato sulla scia dei titoli bancari e industriali.

4. Sembra invece che il Giappone stia superando meglio del previsto gli strascichi dell'aumento dell'imposizione fiscale, tanto che il mercato azionario nipponico ha espresso il risultato migliore tra le piazze principali con un aumento dell'1,5% per il TOPIX. Ciononostante, l'attuale ritmo di crescita sembra insostenibile alla luce dei fondamentali che caratterizzano produttività e mercato del lavoro, ragion per cui prevediamo un rallentamento nei prossimi trimestri.

5. Sui mercati emergenti tarda a materializzarsi una svolta nella crescita economica. Tanto i titoli azionari quanto gli obbligazionari non hanno compiuto progressi, mentre le valute hanno registrato un rialzo solo lievemente sostenuto dal carry elevato.

6. Il Fondo ha perso il 2%. Le posizioni lunghe nelle attività dell'Eurozona, correlate alla ripresa, così come le posizioni corte in obbligazioni e valute con carry hanno penalizzato il risultato rispettivamente di circa 70 e 60 pb. Abbiamo chiuso le posizioni lunghe nei titoli bancari dell'Eurozona, avendo raggiunto le soglie trailing stop. Le posizioni corte sul rame e servizi petroliferi hanno eroso la performance di rispettivamente circa 40 e 20 pb.

7. Abbiamo aperto delle posizioni corte in azioni del settore aerospaziale dei paesi sviluppati e nelle compagnie aeree statunitensi (entrambi con copertura). Riteniamo che il settore dell'aviazione sia caratterizzato da una sovracapacità sostanziale e stia iniziando a subire pressioni sui prezzi. A nostro avviso, con il passare del tempo la debole redditività delle compagnie aeree si tradurrà in risultati di crescita deludenti per la catena di fornitura aerospaziale

Consulta la gallery per maggiori informazioni legate al comparto.
Consulta la scheda nella sezione fondi per accedere ai documenti associati al Diversified Alpha Plus Fund

ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti
gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita
del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla
data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi
momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni
economiche.
Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e
le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle
analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune
conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non
realizzarsi.
I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati
futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile
perdita del capitale.
Trending