corporate bond

Corporate bond, high yield e solide azioni globali

3 Febbraio 2014 - 13:10
financialounge - news
financialounge - news
Un anno in cui gli investitori dovranno fare i conti con una volatilità più accentuata che, tuttavia, offrirà maggiori opportunità di acquisto proprio nelle fasi di correzione dei mercati.

È questa la prima indicazione che Matteo Villani, Head of Sales and Relationship Management Italy di Vontobel, rivela in questa intervista esclusiva a FinanciaLounge nella quale non manca di suggerire di puntare ancora nei corporate bond e negli high yield, in ambito obbligazionario, e nelle società solide con fatturato e profitti globali, per quanto riguarda invece le scelte azionarie. Senza trascurare, per coloro che hanno un orizzonte temporale di medio lungo termine, i mercati emergenti che, dopo la correzione degli ultimi mesi, hanno raggiunto delle interessanti quotazioni.

Quali sono le vostre linee guida 2014 per gli investitori?
"Il 2014 sarà un anno in cui potremmo assistere ancora a della volatilità. In generale, considerando che i tassi non subiranno particolari rialzi nonostante il tapering, gli investitori si muoveranno tra fasi alterne di ricerca di asset class rischiose a momenti in cui l'incertezza la farà da padrona. Pertanto, da un punto di vista obbligazionario, crediamo sia ancora una buona opportunità investire in corporate ed high yield, considerando il carry che queste asset class propongono e come ulteriore opportunità, considerate le recenti correzioni, il debito emergente da preferire in hard currencies per evitare ansie da valuta.

La nostra posizione sul mercato azionario è a favore di investimenti in società con marchi forti, bilanci solidi, ed un buon ritorno per gli investitori generato più dal core business che da operazioni finanziarie. Preferiamo società globali che a prescindere da dove siano ubicate abbiano utili e fatturato derivante da tutto il mondo. Viste le recenti correzioni e la possibile ulteriore volatilità dell'area emergenti, riteniamo che il momento sia proficuo per aprire posizioni di lungo periodo nell'asset class. Difatti se da una parte il percorso di sviluppo è segnato cosi come l'evoluzione socio-demografica, il cammino di queste economie non è mai stato lineare e quindi in talune fasi si presentano valutazioni interessanti, come l'attuale o come potrebbe verificarsi nel prossimo futuro".

Come valutate il mercato italiano dell’asset management alla luce del 2013 da record?
"Il mercato dell'asset management in Italia ha avuto un ottimo 2013, crediamo che questo trend sia destinato a continuare. L'attuale impostazione degli scenari macroeconomici e finanziari rende necessario affidarsi ad investitori professionali che siano in grado di fornire chiavi di lettura e possibili soluzioni ai risparmiatori, rispetto al fai da te".

Quali sono, in particole, le iniziative e le novità di Vontobel per quest’anno?
"Accanto ai nostri comparti azionari quality growth, dove gestiamo gli attivi con uno stile simile a Warren Buffet ed a ottimi comparti obbligazionari sulle asset class citate in precedenza, abbiamo integrato la nostra offerta di prodotti Multi Asset Class con profili di rischio predefiniti".
Trending