agricoltura

I fondi tematici non hanno deluso

4 Dicembre 2013 - 19:00
financialounge - news
financialounge - news
Tra gli elementi distintivi dell’ampia gamma di fondi di Pictet Asset Management, spicca l’offerta, unica sul mercato, dei comparti tematici specializzati sui cosiddetti macrotrend. Cioè quei prodotti a gestione attiva focalizzati sui fenomeni sociali con forti impatti sui mercati finanziari nel lungo periodo, che hanno effetti sulle società che operano nell’ambito delle energie alternative, la sicurezza, l’acqua, i grandi marchi, l’invecchiamento della popolazione, le infrastrutture.

FinanciaLounge ha incontrato Manuel Noia, Head of Business Developement di Pictet Asset Management per fare il punto sull’andamento dei fondi tematici di Pictet che hanno registrato da inizio anno rendimenti interessanti seppur molto diversi tra loro, compresi tra il +2.20% del comparto Pictet-Agriculture e il +50% del fondo Pictet-Biotech (performance in EUR al 29/11/2013).

“Sul gradino più alto del podio sale certamente il comparto Pictet-Biotech, grazie agli ottimi risultati pubblicati da molte aziende del settore anche nel terzo trimestre dell'anno. Gran parte delle società commerciali a media ed elevata capitalizzazione ha riportato un fatturato e un utile superiori alle previsioni di consensus. Alcune aziende, come Alexion, Biogen-Idec, Gilead Sciences, Illumina e United Therapeutics, hanno addirittura rivisto al rialzo le indicazioni per il resto dell’anno” riferisce Manuel Noia.

Altrettanto bene ha fatto il comparto Pictet-Digital Communication (circa +30% da inizio anno al 29/11/2013), trainato da titoli come Google, che anche ad ottobre si è distinta con un rialzo mensile di quasi il 18%, grazie a un bilancio del terzo trimestre che ha favorevolmente impressionato gli investitori. Inoltre, ad ottobre anche il titolo Apple si è apprezzato di quasi il 10%, sostenuto dal buon lancio dell’iPad e dalle ottime vendite dei primi iPhone 5.

“Torna a brillare anche il fondo Pictet-Clean Energy (oltre +26% di performance ytd), sulla scorta di dati e prospettive favorevoli in tutti i segmenti del tema d'investimento. L’efficienza energetica continuerà a essere il motore della performance, poiché i prezzi dell’energia restano strutturalmente elevati a livello globale. Le fonti rinnovabili, in particolare l’energia solare, presentano dinamiche di domanda e offerta interessanti. Le politiche ambientali assumono un’importanza sempre maggiore in Cina, con profonde implicazioni per l’intero settore, mentre negli USA quest’area assiste a un’accelerazione superiore alle attese” puntualizza Manuel Noia che poi spiega la performance da inizio anno, positiva ma inferiore agli altri comparti tematici, da parte del fondo Pictet Agriculture:

“Nella parte bassa della classifica dei tematici Pictet, invece, troviamo il comparto Pictet-Agriculture, che ha sottoperformato l'indice azionario mondiale da inizio anno, a causa del calo dei prezzi dei raccolti osservato quest’anno. Nonostante ciò, le dinamiche del settore agricolo restano decisamente favorevoli. Gli alti prezzi delle commodity sono stati un forte incentivo a incrementare l’estensione delle piantagioni, il che ha favorito un raccolto consistente nell’emisfero settentrionale.

Considerando l’alto livello dei redditi agricoli e il potenziale effetto di raccolti più ricchi sull’intera catena di produzione, nonché i continui sforzi per migliorare stoccaggio, logistica ed efficienza, vediamo ancora opportunità interessanti lungo gran parte della filiera, ma privilegiamo i servizi per beneficiare dell’aumento dei tassi di utilizzo della capacità legato a un raccolto più abbondante”.
Trending