Gestione flessibile con approccio tattico

BCE
13 Novembre 2013 - 20:00

Sono sostanzialmente due gli scenari possibili per la direzione dei mercati obbligazionari nel medio termine, entrambi, allo stato attuale, possibili: nel primo, i tassi permangono sugli attuali bassi livelli mentre nel secondo i saggi di interesse tendono ad aumentare. A prescindere dallo scenario che si presenterà, la strategia giusta è investire nel reddito fisso operando una gestione flessibile volta a ottimizzare i rendimenti con approccio tattico.

Questa è la filosofia alla base del comparto MS INVF Global Fixed Income Opportunity Fund: il Team di gestione obbligazionario di Morgan Stanley Investment Management, che gestirà il fondo, esamina i due scenari, individuando le opportunità più interessanti.

Scenario 1: i tassi restano bassi
Quella in atto è una ripresa economica globale non tradizionale, molto più debole di qualsiasi altra ripresa osservata dal dopoguerra. L’atteso inasprimento delle politiche monetarie dovrebbe pertanto essere graduale. Il mercato si attende che la riduzione di acquisti di attività sul mercato secondario (il cosiddeto tapering) da parte della Banca Centrale statunitense (FED) non cominci prima del primo trimestre del 2014. Il tapering non equivale comunque a un aumento dei tassi e la politica monetaria rimarrà a nostro avviso espansiva.
In Europa, la Banca Centrale europea (BCE) ha ridotto il costo del denaro e al momento non sembra intenzionata a prendere in considerazione una futura stretta monetaria. Negli USA, la crescita continua ad attestarsi a un mero 2% circa e la ripresa appena avviatasi in Europa resta fragile. L’inflazione è al di sotto del target e comunque ancora in calo in Europa.

Quali scelte obbligazionarie genereranno quindi rendimenti positivi? Converrà puntare su classi di attivo obbligazionarie che offrono un carry interessante ed effettuare il roll down sulle curve dei rendimenti che presentano un’inclinazione positiva, cioè detenere i titoli per la cedola, spostandosi lungo la curva dei rendimenti. In questo scenario le nostre asset class preferite sono gli high yield, le convertibili e i titoli dei paesi europei periferici.

Scenario 2: i tassi aumentano
In questo contesto la domanda fondamentale è come proteggere il capitale. Le soluzioni sono sostanzialmente due: la gestione attiva della duration e l’uso efficiente delle obbligazioni ad alto rendimento. In quest’ultimo caso, in particolare, è possibile ottenere interessanti rendimenti corretti per il rischio in ambito obbligazionario anche se i tassi salgono. Malgrado la notevole contrazione degli spread, permangono opportunità in aree selezionate come finanza, high yield, emissioni societarie dei mercati emergenti e titoli ipotecari non emessi da enti pubblici. Un rialzo dei tassi sarebbe probabilmente legato all’accelerazione della crescita, che dovrebbe favorire i differenziali sul credito.