debito pubblico

Weekly Brief - 30 settembre 2013

30 Settembre 2013 - 18:30
financialounge - news
financialounge - news
In breve in questa edizione del Weekly Brief di J.P. Morgan Asset Management:

- Il “tetto del debito” è il limite fissato negli Stati Uniti per legge alla quantità di titoli di debito in circolazione in un determinato momento. Entro metà Ottobre viene stimato che questo tetto verrà raggiunto, e le istituzioni competenti in materia dovranno studiare il modo di far passare una legge che lo alzi, poichè il superamento potrebbe causare una situazione tecnica di insolvenza e portare degli scossoni al mercato globale.

- Sebbene il governo statunitense tenda ora a ritardare all’ultimo minuto le negoziazioni in merito, il tetto del debito è tradizionalmente stato sempre alzato in tempo per evitare l’insolvenza. Oltre a ciò, la minaccia di un ulteriore declassamento del debito statunitense di lungo periodo sembra poco probabile, dal momento che il deficit del paese è sceso di circa il 50% dal 2009.

Riflessione della settimana
Conosciuto come “tetto del debito”, è il tetto fissato negli Stati Uniti per legge al limite della quantità di titoli di debito in circolazione in un determinato momento. Entro metà Ottobre viene stimato che questo tetto verrà raggiunto, e le istituzioni competenti in materia dovranno studiare il modo di far passare una legge che lo alzi, poichè il superamento potrebbe causare una situazione tecnica di insolvenza e portare degli scossoni al mercato globale. Tuttavia, come si vede nel grafico della settimana, sebbene il governo statunitense tenda ora a ritardare all’ultimo minuto le negoziazioni in merito, il tetto è tradizionalmente stato sempre alzato in tempo per evitare l’insolvenza. Oltre a ciò, la minaccia di un ulteriore declassamento del debito statunitense di lungo periodo sembra poco probabile, dal momento che il deficit del paese è sceso di circa il 50 % dal 2009.

Consulta dati e grafici nella gallery




ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni economiche.
Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non realizzarsi.
I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.
Trending