Abenomics

Weekly Brief - 16 settembre 2013

17 Settembre 2013 - 5:35
financialounge - news
financialounge - news
In breve in questa edizione del Weekly Brief di J.P. Morgan Asset Management:

- I dati sulla disoccupazione nel Regno Unito sono stati sorprendentemente migliori del previsto. Il tasso di disoccupazione è sceso al 7,7% a tre mesi. Le richieste di nuovi sussidi di disoccupazione sono scesi a 32.600 unità.

- I dati sul Pil del Giappone del secondo trimestre è stato rivisto al rialzo al 3,8% (dal 2,6%), trimestre su trimestre annualizzato. Il rafforzamento dei dati economici ha assicurato al primo ministro Abe la forza per poter continuare il suo controverso progetto di alzare l’IVA, progetto che verrà implementato il prossimo Aprile. La tassa dovrebbe salire dal 5 all’8%.


Riflessione della settimana
Negli ultimi mesi i mercati si sono focalizzati sulla possibiliità cha la Federal Reserve possa iniziare a ridurre le dimensioni dell’acquisto di obbligazioni (tapering). Se i timori degli investitori sul tapering possono minare in qualche misura i mercati, è importante ricordare che tapering non significa politica restrittiva. Un moderato taper si risolverebbe comunque in un acquisto di centinaia di miliardi di dollari di obbligazioni e un bilancio della Fed in espansione. In aggiunta, i mercati hanno mostrato una notevole tolleranza al rialzo dei tassi: lo S&P 500 ha registrato un rialzo del 4% mentre i Treasury a 10 anni sono passati da un rendimento di 1,6% a quasi il 3% negli ultimi 4 mesi. Guardando avanti, è importante che i mercati capiscano che se la Fed ridimensionerà la propria “medicina” monetaria questo starà a indicare una economia più sana; i tassi più alti arrivano generalmente come segnale indicativo di questo miglioramento.

Consulta dati e grafici nella gallery



<br>ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti
gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita
del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla
data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi
momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni
economiche.
Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti
attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della
ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto,
talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi
non realizzarsi.
I rendimenti passati non sono indicativi dei
risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la
possibile perdita del capitale.
Trending