commodities

L’economia dell’Eurozona resta debole

3 Giugno 2013 - 7:00
financialounge - news
financialounge - news
L’economia dell’Eurozona resta molto debole con crescenti divergenze nelle prospettive degli Stati membri. Fa eccezione solo la Germania con una ripresa già in corso. È quanto rileva l’OCSE nel suo ultimo Economic Outlook pubblicato a fine maggio.

Da Berlino gli ultimi dati sulla disoccupazione diffusi dall’Agenzia federale per il lavoro indicano che il tasso di disoccupazione a maggio è stabile al 6,9% rispetto ad aprile (dato destagionalizzato). Si tratta di un livello che rimane ai minimi storici. Anche se aumenta però il numero complessivo dei senza lavoro, 21 mila unità in più rispetto ad aprile.

Sempre nel mese di maggio i dati provvisori dell’Ufficio federale di statistica indicano che l’inflazione tedesca ha registrato un aumento dell’1,5% annuo contro il +1,2% del mese precedente, il minimo da oltre due anni. Su base mensile, i prezzi a maggio sono aumentati dello 0,4%. Aumentano più del tasso generale di inflazione i beni alimentari, saliti del 5,3%. Gli analisti prevedevano un aumento inferiore.
Trending