debito pubblico

Turchia promossa in serie A

20 Maggio 2013 - 8:00
financialounge - news
financialounge - news
Non c’è due senza tre. Se lo augura il premier turco Recep Tayyip Erdogan dopo che anche l’agenzia di rating Moody’s ha promosso il merito di credito di Ankara da Ba1 a Baa3, il livello inferiore del cosiddetto investment grade, il giudizio in cui rientrano tutte le emissioni obbligazionarie di standing più elevato.

A novembre era stata Fitch a promuovere il debito della Turchia da junk bond a invetment grade attestandogli un giudizio BBB-: al momento, quindi, resta soltanto Standard & Poor’s a mantenere in “serie B” il debito turco al quale attribuisce un rating BB+.

La promozione da parte degli analisti di Moody’s è giustificata dagli importanti miglioramenti strutturali del debito pubblico di Ankara: dall’inizio del 2009 la Turchia lo ha ridotto del 10% riducendolo al 36% del PIL mentre quello denominato in valuta estera è sceso dal 2003 al 2012 dal 43,3% al 27,4%. In parallelo è aumentata anche la durata media dei titoli di Stato di Ankara: gli attuali 4,6 anni risultano infatti piuttosto rassicuranti per gli investitori internazionali.
Trending