crescita economica

Successo per le rinnovabili made in Italy

7 Maggio 2013 - 7:00
financialounge - news
financialounge - news
Ha beneficiato fino al 2011 di robusti incentivi statali tramite i quali è diventata un segmento di punta dell’economia italiana, ma dal 2012, dopo il taglio ai maxi incentivi governativi, l’industria delle energie rinnovabili made in Italy ha fatto il salto di qualità sbarcando, con successo, oltre confine.

Alla fine dell’anno scorso, la percentuale di crescita delle imprese tricolori del settore è stata del 21% nell’Europa classica (UE più Regno Unito, Svizzera e Paesi scandinavi), del 35% nella nuova Europa (Bulgaria, Polonia, Romania, Serbia), del 17% in Africa, del 17% nel Centro e Sud America e del 10% in Nord America.

All’interno dell’industria, oltre alle aziende specializzate nelle rinnovabile pure, si sono distinti anche gli operatori energetici globali, le local utility, gli installatori, e le imprese di tecnologia applicata al settore delle rinnovabili.

Intanto prosegue il trend di crescita: nel primo trimestre gli impianti installati hanno totalizzato oltre 300 megawatt di potenza e si stima che entro dicembre si possa arrivare a una quota compresa tra 1,5 e 2 gigawatt.
Trending