esportazioni

Export in ascesa nei prossimi 4 anni

21 Febbraio 2013 - 9:00
financialounge - news
financialounge - news
Le vendite all’estero del made in Italy aumenteranno del 7,2% nel 2013 e accelereranno il ritmo di crescita negli anni successivi fino a mettere a segno un +8,5% nel 2016, raggiungendo un valore pari a 535 miliardi di euro.

Il trend positivo è il frutto del processo di ristrutturazione realizzato nell’ultimo decennio dalle imprese italiane che ha permesso un progressivo riposizionamento di mercato, non solo geografico ma anche qualitativo, che ha consentito di intercettare nuovi bacini di domanda, in un contesto di rallentamento delle economie avanzate e di crescita delle economie emergenti.

La classifica dei principali mercati obiettivo del made in Italy vede non solo economie emergenti come Cina (verso cui si prevede una crescita media annua dell’export italiano pari al 12,3% nel quadriennio 2013-16), Brasile (+11,3%), Romania (+10,6%), Turchia (+10,2%), Russia (+9,4%) e Polonia (+8,4%) ma anche economie mature come Svizzera (+11,5%), Stati Uniti (+11,2%), Francia (+7%) e Germania (+6,6%). Sono questi i paesi che genereranno maggior valore per il nostro export nei prossimi anni.
Trending