dollaro

Il cambio idoneo euro – dollaro

11 Febbraio 2013 - 10:00
financialounge - news
financialounge - news
In un recente studio di un’importante banca d’investimento statunitense, è stato calcolato quale possa essere, in funzione della struttura commerciale e industriale del singolo paese europeo, il cambio euro – dollaro USA più appropriato per ottimizzare importazioni ed esportazioni.

Partendo dalla chiusura di venerdi 8 febbraio a quota 1,337, è emerso che per la Germania tale cambio dovrebbe attestarsi a 1,53 mentre per la Grecia sarebbe meglio che si posizionasse a quota 1,07.

In mezzo a questi due estremi, tutti gli altri paesi europei: se per l’Irlanda sarebbe auspicabile un fixing euro – USD a quota 1,41 e per l’Austria a quota 1,35, per la Francia il livello ideale sarebbe a quota 1,23 mentre in Italia dovrebbe posizionarsi a quota 1,19. Come dire che, per il nostro paese, l’attuale cambio è sopravvalutato, e quindi con impatti negativi sull’economia italiana, del 12,1%.
Trending